Laser per le cicatrici da acne, tempo di guarigione

di Cinzia Iannaccio Commenta

Richiesta di Consulto Medico su Laser per le cicatrici da acne, tempo di guarigione
“Buongiorno, 3 mesi fa ho fatto un laser co2 su tutto il viso per migliorare le cicatrici di acne e le rughe in generale visto che ho 46 anni, il problema è che ancora oggi ho dei piccoli puntini del reticolo del laser su tutto il viso, sono meno evidenti nelle zone dove il medico lo ha fatto in modo leggero ma molto evidenti sulle zone dove è andato in modo forte. Questa situazione migliorerà col tempo o mi resterà il viso così per sempre? Ci sono trattamenti che potrei fare per migliorare questa condizione? Grazie anticipate per la collaborazione.”

 

Laser per le cicatrici da acne, tempo di guarigione

Specializzazione Chirurgia Plastica
Tipo di Problema Laser CO2 frazionato cicatrici da acne e guarigione

 

 

Risponde il Dottor Luigi Sala, specializzato in Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica. Per contatti diretti è possibile visitare il sito Chirurgia Plastica Catanzaro | Dr. Luigi Sala

“Salve, il processo di cicatrizzazione delle ferite generalmente si considera concluso ad otto/dieci mesi di distanza dell’agente lesivo, di conseguenza ha davanti ancora diversi mesi nel corso dei quali quasi sicuramente avrà miglioramenti degli esiti cicatriziali;
Nel frattempo però utilizzi una protezione solare total block da rinnovare più volte nell’arco della giornata in quanto le cicatrici recenti tendono a pigmentarsi con l’esposizione ai raggi solari.
Cordiali saluti
Dottor Luigi Sala”

 

 

Leggi anche:

Cicatrici acne e costi laser per toglierle

Cicatrici, laser Co2 funziona per toglierle?

 

Per altri vostri quesiti compilate il form ed inviate la vostra richiesta:

“Chiedi all’esperto: Consulti Online su Medicinalive”

Si ricorda che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

Foto: Thinkstock