Medicina: malati alla ricerca di diagnosi orientali

 
Valentina Cervelli
2 gennaio 2012
Commenta

agopuntura Medicina: malati alla ricerca di diagnosi orientaliLa medicina orientale attira sempre di più malati e pazienti di ogni genere che spesso “orfani” di una soluzione per i loro problemi nella medicina moderna, cercano negli antichi saperi tradizionali dei popoli orientali un mezzo per guarire dalla propria condizione. Una cosa è certa: la diagnosi orientale ed occidentale si basano su due approcci totalmente diversi.

Ciò che colpisce è come in alcuni casi pratiche come l’agopuntura, rispetto a determinate patologie spesso legate al dolore, possa rivelarsi risolutiva. Ovviamente non si può fare di “tutta l’erba un fascio”, equiparando le diverse pratiche e le diverse malattie, ma non si può negare che sempre molte più persone si stanno rivolgendo, ad esempio, alla medicina tradizionale cinese quando la medicina ufficiale fallisce.

C’è un fattore della medicina tradizionale orientale che attira molto quella moderna: l’approccio al paziente. Il medico orientale non si basa solo su lastre ed esami clinici, ma mette il paziente nella sua interezza, la sua energia al centro della sua analisi. Concentrandosi sull’osservazione dello stesso. Partendo dal colore dell’incarnato, della lingua, delle unghie, passando per la valutazione del polso, delle urine e dell’odore del paziente.

Molti medici sono impegnati nello studio della medicina tradizionale cinese, ma è coscienza comune non riuscire a considerare totalmente i medici occidentali che si approcciano a tale campo effettivamente “esperti” nel campo al quale si vogliono riferire. E la spiegazione è molto semplice: si tratta sempre di un approccio sbagliato alla base.  L’esempio più semplice da fare è quello dell’agopuntura: in occidente si basa sulla valutazione clinica tipica occidentale, non sull’approccio olistico particolare tipico dell’oriente.

Una differenza che può inficiare il risultato finale perché manca l’esperienza non solo quotidiana, ma anche tradizionale tipica della medicina orientale. Sapevate che un medico orientale può arrivare ad impiegare anche anni prima di apprendere nella sua totalità tutto ciò che c’è da sapere sulla valutazione del polso?

Articoli Correlati:

Agopuntura, ecco perchè funziona

Medicina tradizi0nale cinese: principi e strumenti terapeutici

Fonte: La Stampa

Lista Commenti