Cancro vulvare, si diffonde velocemente?

di Cinzia Iannaccio Commenta

Richiesta di Consulto Medico su cancro vulvare
“Gent.le dott.re a mia madre è stato diagnosticato un cancro vulvare. Ha 73 anni. E’ stata sottoposta a biopsia vulvare e vaginale. Ora non so quanto si sia esteso visto che mia madre per molto tempo ha trascurato i sintomi , cioè il prurito esterno. Ora sono molto preoccupata. Farà una pet e poi si deciderà sul da farsi. Purtroppo a volte ha delle fitte. Sono disperata perché ho paura delle metastasi. La mia domanda è se questo tumore si estende rapidamente. Cordiali saluti.”

cancro vulvare

Specializzazione Oncologia
Tipo di Problema: cancro vulvare, si accresce rapidamente?

Risponde il Prof. Carlo Pastore oncologo e chemioterapista, consulente per l’area oncologica e per l‘ipertermia capacitiva per l’Hilu Medical Center (Marbella, Spagna) e presso il Centro di Medicina Integrativa in Malaga (Spagna), nonché responsabile della divisione di oncologia medica ed ipertermia oncologica della Casa di Cura Villa Salaria in Roma, membro dell’ESHO (European Society for Hyperthermic Oncology). Per contatti diretti www.ipertermiaitalia.it.

 

 

Gentile Utente, non esiste una regola generale. Dipende dalla alterazione cellulare che porta un maggiore o minore vantaggio e velocità di accrescimento. La PET (se possibile, abbinata con la TC con mdc) darà notevoli informazioni.
Cari saluti
Prof. Carlo Pastore, oncologo – www.ipertermiaitalia.it

 

 

 

 

Leggi anche:

Cancro alla vulva | MedicinaLive

6 sintomi ginecologici pericolosi (FOTO) e cause | MedicinaLive

 

 

 

Per altri quesiti potete visitare la nostra pagina

Chiedi all’esperto, Consulti online su Medicinalive”.

 

E’ doveroso ricordare che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

 

Foto: Thinkstock