Carcinoma duttale seno, prognosi e rischio recidive

di Cinzia Iannaccio Commenta

Richiesta di Consulto Medico su Carcinoma duttale seno, prognosi e rischio recidive
“Buongiorno, scrivo per chiedere informazioni sulla prognosi e sulla probabilità di sviluppare recidive per un tumore al seno sx di circa 5 cm operato con mastectomia radicale e dissezione ascellare. Riporto la diagnosi postoperatoria: Carcinoma duttale a medio grado di differenziazione con estesa invasione vascolare peritumorale. Restante parechima esente da neoplasia. Mestastasi linfonodali al linfonodo sentinella, a 1 linfonodo di primo livello, 2 linfonodi di secondo livello e un linfonodo di terzo livello. pT3,pN2 G2. Caratteristiche biologiche: ER95%, PgR 90%, ki-67 16% her2/neu negativo (score 1+). CA 15-3: 17u/ml. Aggiungo che è stata consigliata radioterapia e chemioterapia secondo schema EC (o AC) per 4 cicli seguito da paclitaxel per 12 settimane e trattamento endocrino per 5 anni con Letrozolo. Grazie”

Carcinoma duttale seno, prognosi e rischio recidive

Specializzazione Oncologia
Tipo di Problema Carcinoma duttale seno, prognosi e rischio recidive

 

Risponde il Prof. Carlo Pastore oncologo e chemioterapista, consulente per l’area oncologica e per l‘ipertermia capacitiva per l’Hilu Medical Center (Marbella, Spagna) e presso il Centro di Medicina Integrativa in Malaga (Spagna), nonché responsabile della divisione di oncologia medica ed ipertermia oncologica della Casa di Cura Villa Salaria in Roma, membro dell’ESHO (European Society for Hyperthermic Oncology). Per contatti diretti www.ipertermiaitalia.it

 

Gentile Utente, premetto che il percorso terapeutico eseguito in chirurgia ed il proseguio con la combinazione chemioterapia – radioterapia – ormonoterapia è corretto ed adeguato. La malattia descritta non era propriamente in una fase iniziale ma oltre gli aspetti negativi della dimensione, della invasione vascolare e del coinvolgimento linfonodale vi sono anche quelli positivi di una frazione proliferante bassa, di un grading cellulare intermedio e della forte espressione di recettori per estrogeno e progesterone. Potenzialmente candidabile per una guarigione completa e duratura con, ripeto, il corretto percorso adiuvante impostato.
Un grande in bocca al lupo per tutto
Cari saluti
Prof. Carlo Pastore, oncologo – www.ipertermiaitalia.it

 

 

 

 

Per altri quesiti potete visitare la nostra pagina

Chiedi all’esperto, Consulti online su Medicinalive”.

E’ doveroso ricordare che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

Foto: Thinkstock