Tumore Papillare Glioneuronale bambino, risponde l’oncologo

di Cinzia Iannaccio Commenta

Richiesta di Consulto Medico su Tumore Papillare Glioneuronale bambino
Salve, Sono la mamma di un bambino di 9 anni affetto da Tumore Papillare Glioneuronale, operato il 14/01/2014 con un intervento di laminotomia dorsale a 4 livelli e asportazione quasi totale della lesione intramidollare. Per 3 anni abbiamo eseguito ogni 4 mesi risonanza di controllo con mezzo di contrasto e fino a 4 mesi fa tutto risultava nella norma. Pochi giorni fa siamo stati contattati per essere informati dell’esito dell’ultima risonanza e ci è stato detto che la cavità siringomielica è più gonfia e che le sue pareti sono invase da un tessuto ( probabilmente tumorale ). I medici non sanno come intervenire e ci hanno detto ci avrebbero richiamato il prima possibile per farci sapere il da farsi. Attualmente non sanno se effettuare una Chemioterapia o altre cure poiché ci continuano a ripetere che questo tumore è raro e che sono in contatto con gli USA per venirne a capo. Il bambino visivamente sta bene, ma non sappiamo cosa aspettarci dal futuro, il tumore è comunque raro in quella posizione.

Specializzazione Oncologia
Tipo di Problema Tumore Papillare Glioneuronale in bambino

 

 

Risponde il Prof. Carlo Pastore oncologo e chemioterapista, consulente per l’area oncologica e per l‘ipertermia capacitiva per l’Hilu Medical Center (Marbella, Spagna) e presso il Centro di Medicina Integrativa in Malaga (Spagna), nonché responsabile della divisione di oncologia medica ed ipertermia oncologica della Casa di Cura Villa Salaria in Roma, membro dell’ESHO (European Society for Hyperthermic Oncology). Per contatti www.ipertermiaitalia.it

 

Gentile Utente, in primis a mio avviso occorrerebbe meglio comprendere se il tessuto presente residuo è con certezza neoplastico. Sulla base di quel dato si decide come proseguire l’iter terapeutico. Cari saluti Prof. Carlo Pastore, oncologo.

 

 

 

 

Leggi anche:

Tumore glioneurale: risponde l’oncologo | MedicinaLive

 

 

Se avete altre domande da porre ai nostri specialisti visitate la pagina specifica “Chiedi all’esperto, consulti online su Medicinalive”.

Vi ricordiamo che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

 

 

Foto: Thinkstock