Dolore gamba, stiramento o contrattura?

di Cinzia Iannaccio Commenta

Richiesta di Consulto Medico su dolore alla gamba stiramento o contrattura?

“Ciao , mi chiamo Stefano ed ho 15 anni. Io amo correre , e precisamente io faccio I 100 metri in velocità. Circa 8 giorni fa mi sono fatto male mentre correvo. Quel giorno feci 2’5 km di corsa piana di riscaldamento, e poi feci I 100 metri in velocità. Mentre li facevo , sui 50 mentri avvertii una fitta al quadricipite della gamba sinistra. I primi giorni mi faceva male la gamba anche per camminare e quindi mi ci misi fastum gel. Oggi , 8 giorni dopo , posso camminare , ma avverto sempre un dolore alla gamba , anche se lieve. Se provo a correre sento come un “mancamento di forza” sul una parte precisa del retto femorale. Cosa posso avere? Uno stiramento o uno strappo? Oppure una contrattura? La cosa strana è che la gamba non si è gonfiata , non ho un livido , ne un “palla” , ne un “buco”. La gamba è come sempre. Per questo scrivo qui , perchè non riesco a capire cosa ho. Grazie mille al gentilissimo medico che mi risponderà.”

dolore alla gamba stiramento o contrattura?

Specializzazione Ortopedia e Medicina dello Sport
Tipo di Problema Dolore alla gamba stiramento o contrattura?

 

 

Risponde il professor Francesco Bizzarri specialista in ortopedia e traumatologia, medico dello sport, dipendente dell’Università di L’Aquila e presidente nazionale della Società Italiana di Ginnastica Medica:

Per contatti diretti: [email protected] o al cellulare 338/5665050

 

Leggi anche:

Dolore gamba destra e altri sintomi, quale causa?

 

 

Egr.Sig. ,deve fare una Ecografia muscolare e farla poi vedere ad uno specialista.Ricordi che dopo un qualsiasi trauma nelle prime 24/48 ore si fa ghiaccio..ghiaccio…ghiaccio.Saluti F.Bizzarri

 

 

Per altri vostri quesiti  compilate il form ed inviate la vostra richiesta: “Chiedi all’esperto: Consulti Online su Medicinalive”

Si ricorda che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

Foto: Thinkstock