ALITEROL Vecchi&Piam (Formoterolo fumarato)

ALITEROL, Vecchi&Piam

CATEGORIA: Farmaci antagonisti beta-2-adrenergici a lunga durata d’azione ( LABA )

FORMA FARMACEUTICA: Polvere per inalazione

PRINCIPI ATTIVI: Formoterolo fumarato

INDICAZIONI: Indicato per la prevenzione ed il trattamento del broncospasmo in pazienti con broncopneumopatie ostruttive, quali asma bronchiale e bronchite cronica, con o senza enfisema,  broncospasmo indotto da allergeni, da sforzo o da freddo. Dal momento che il farmaco è dotato di una azione molto protratta nel tempo (sino alle 12 ore), una terapia di mantenimento di due somministrazioni quotidiane è in grado di controllare quelle forme broncospastiche di frequente riscontro nelle broncopneumopatie croniche, sia di giorno che di notte. La terapia con le capsule per inalazione è riservata agli adulti e ai bambini oltre 5 anni di età. La dose suggerita negli individui adulti è di una capsula per via inalatoria due volte al giorno, preferibilmente una al mattino ed una di sera. Nei casi più gravi, invece, è possibile raddoppiare la dose consigliata. Per ogni ulteriore informazione è necessario consultare il medico. Per la terapia preventiva del broncospasmo da sforzo o prima di un’inevitabile esposizione ad allergene noto è necessario somministrare una compressa con circa 15 minuti d’anticipo.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI: Ipersensibilità verso i componenti del prodotto e verso altre sostanze strettamente correlate dal punto di vista chimico. Tra gli eccipienti vi è il lattosio, per cui si consiglia di evitare la somministrazione nei pazienti che dimostrano allergia a tale sostanza. Non assumere in casi di  tachiaritmie, blocco atrioventricolare di terzo grado, stenosi subaortica ipertrofica idiopatica, cardiomiopatia ipertrofica ostruttiva, sindrome del QT lungo idiopatica o indotta da farmaci (intervallo QTc > di 0,44 secondi), tireotossicosi. Nei pazienti affetti da diabete è necessario un controllo periodico della glicemia poichè i ß2-stimolanti hanno un effetto iperglicemizzante.  Farmaci come la chinidina, la diisopiramide, la procainamide, le fenotiazine, gli antistaminici e gli antidepressivi triciclici possono provocare,un prolungamento dell’intervallo QT ed aumentare il rischio di aritmie ventricolari. La somministrazione contemporanea di altri farmaci ad azione adrenergica non è raccomandabile, a causa della possibilità di un potenziamento degli effetti collaterali cardiovascolari. Tra gli effetti collaterali possono comaprire ansia e tremori, mentre sono piuttosto rari altri disturbi come irritazione cutanea ed oculare, dispnea, tosse, capogiri, cefalea, mialgia e crampi. Aliterol è generalmente controindicato in gravidanza, nell’allattamento  e nei bambini al di sotto dei 5 anni di età.

NOTE: Gli agonisti beta-2-adrenergici a lunga durata d’azione ( LABA ) trovano impiego nel controllo di lungo periodo e nella prevenzione dei sintomi dell’asma, nella prevenzione della dispnea sibilante ( broncospasmo ) da sforzo, in adulti e bambini, e nel controllo di lungo periodo della dispnea sibilante ( broncospasmo ) negli adulti con broncopneumopatia cronica ostruttiva ( BPCO ). Tuttavia, secondo alcuni studi effettuati dalla FDA, nonostante i broncodilatatori  provocano un rilassamento della muscolatura delle vie aeree a livello polmonare e trovano impiego nella riduzione della frequenza degli episodi asmatici, essi non dovrebbero essere utilizzati come terapia di prima scelta perchè possono anche aggravare gli episodi di asma. Ad esempio:

– i LABA non dovrebbero essere impiegati al trattamento dell’asma come primi farmaci. I LABA dovrebbero essere aggiunti al trattamento anti-asma solo se altri farmaci, tra cui i corticosteroidi a basso-medio dosaggio, non sono in grado di controllare l’asma;
– i LABA non dovrebbero essere impiegati nel trattamento della dispnea sibilante per il pericolo di peggioramento;
– i LABA non provocano sollievo nella dispnea improvvisa. In questo caso può essere utile l’impiego di broncodilatatori a breve durata d’azione.

Altri broncodilatatori: Sprivia, Atem, Salmetedur

[Fonti principali: AAVV, Asmaonline.it; AAVV, PiamFarmaceutici.com]

*Per ulteriori informazioni leggere il foglietto illustrativo. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.