AMIODAR Sigma Tau (Amiodarone cloridrato)

 

AMIODAR, Sigma Tau

CATEGORIA: Farmaci a funzione antiaritmica ed antianginosa.

FORMA FARMACEUTICA: Compresse divisibili, soluzione per infusione endovenosa

PRINCIPI ATTIVI: Amiodarone

INDICAZIONI: Indicato per il trattamento dei gravi disturbi del ritmo resistenti alle altre terapie specifiche: come tachicardie sopraventricolari (parossistiche e non parossistiche) extrasistoli atriali, flutter e fibrillazione atriale. Utilizzato anche per la cura delle tachicardie parossistiche sopraventricolari reciprocanti come in corso di Sindrome di Wolff- Parkinson-White. Amiodar può essere utilizzato anche come profilassi per l’angina pectoris.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI: Ipersensibilità al principio attivo e/o ad uno dei suoi componenti. Ipersensibilità allo iodio. Non somministrate in caso di scompensi a carico della tiroide o disturbi come brachicardie sinusali. Sono stati segnalati gravi effetti collaterali a carico del polmone, con insorgenza anche a lungo termine dopo il trattamento nel 10% circa dei casi, e lesioni da epatite cronica e epatomegalia. Durante il trattamento con Amiodar è necessario sottoporsi ad adeguati controlli medici e segnalare l’insorgenza di eventuali disturbi. Possono verificarsi interazioni se assunto cona ltri farmaci anti-artmici come farmaci disperdenti potassio e antiaritmici della classe 1A. Non assumere in gravidanza ed allattamento. 

NOTE: L’amiodarone ( Amiodar, Cordarone ) è l’antiaritmico più efficace per il trattamento sia delle aritmie ventricolari che di quelle sopraventricolari, questo risulta dagli studi condotti su 92 casi clinici dai Ricercatori del Rush University Medical Center a Chicago negli Stati Uniti che hanno compiuto una revisione della letteratura per definire l’impiego ottimale dell’Amiodarone. Secondo i ricercatori, inoltre, l’Amiodarone dovrebbe essere impiegato nei pazienti che possono trarre il maggior vantaggio possibile dal trattamento e cioè i pazienti con fibrillazione atriale e disfunzione ventricolare sostenuta, i pazienti sottoposti ad intervento cardiochirurgico, ed i pazienti a cui è stato impiantato un defibrillatore cardioverter impiantabile e che subiscono shock sintomatici.

Altri farmaci: Cordarone, Longachin, Ritmocor

[Fonti principali: AAVV, StudioMedicoTorrino.com; AAVV; Saninforma.it, AAVV; Xagena.it]

*Per ulteriori informazioni leggere il foglietto illustrativo. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.