ARICEPT Pfizer (Donepezil cloridato)

ARICEPT, Pfizer

CATEGORIA: Farmaci antidemenza ed anticolinesterasici.

FORMA FARMACEUTICA: Compresse rivestite

PRINCIPI ATTIVI: Donepezil cloridato

INDICAZIONI: Indicato per il trattamento della demenza di Alzheimer di grado lieve-moderato.  Non e’ stato valutato l’uso nei pazienti affetti da grave demenza di Alzheimer, da altre forme di demenza o di compromissione della memoria (es. deterioramento della funzione cognitiva correlato all’eta’).

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI: Ipersensibilità al principio attivo, ad uno ei suoi componenti o in generale ai derivati della piperidina oppure uno qualsiasi degli eccipienti contenuti nella formulazione. Prima di iniziare il trattamento con Aricept è indispensabile eseguire una diagnosi in conformita’ alle linee guida accettate (DSM IV, ICD 10). La terapia con donepezil puo’ essere avviata solo se e’ disponibile una persona che assista il paziente e che controlli regolarmente l’assunzione del farmaco. Qualora non si verifica più l’effetto terapeutico è necessario sospendere il trattamento e considerare che tale interruzione provoca una riduzione degli effetti benefici del prodotto. L’assunzione contemporanea di donepezil con itraconazolo, eritromicina e fluoxetina, possono inibire il metabolismo del principio attivo. Gli effetti collaterali più comuni sono: diarrea, crampi muscolari, affaticabilita’, nausea, vomito e insonnia. Non somministrare in gravidanza ed allattamento.

NOTE: Nonostante i progressi fatti dalle attività di Ricerca & Sviluppo dalle aziende farmaceutiche, alcune specialità medicinali non vengono valutate di efficacia sufficiente per il trattamento di alcune patologie. E’ questo il caso di alcuni farmaci anti-Alzheimer, come Aricept, che per lo scarso rapporto costo-efficacia sono stati esclusi dalla rimborsabilità del National Health Service (NHS) inglese, dal NICE (National Institute for Clinical Excellence). Infatti, da diversi studi clinici, condotti in modo controllato e randomizzato,  su importanti outcome come la qualità della vita ed il tempo all’istituzionalizzazione, è emerso che l’efficacia di queste terapie è comunque limitata.

Altri farmaci anti-Alzheimer: Exelon, Remynil, Ebixa

[Fonti principali: AAVV, PagineSanitarie.com; AAVV, Xagena.it; AAVV, NICE 2005;]

*Per ulteriori informazioni leggere il foglietto illustrativo. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.