BIMIXIN Sanofi (Neomicina/Bacitracina)

BIMIXIN, Sanofi

CATEGORIA: Farmaci antimicrobici intestinali

FORMA FARMACEUTICA: Compresse divisibili, Sciroppo

PRINCIPI ATTIVI: Neomicina e Bacitracina

INDICAZIONI: Indicato per il trattamento delle infezioni del tratto intestinale sostenute da germi sensibili alla neomicina e alla bacitracina. Sospendere la terapia intrapresa una volta cessata la sintomatologia legata all’infezione. Il trattamento non va comunque prolungato per più di 3-5 giorni.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI: Ipersenbilità alla neomicina e alla bacitracina o ad altri componenti del prodotto. L’uso di Bimixin è sconsigliato nei casi di insufficienza renale, sindromi miasteniche, disturbi del malassorbimento, presenza sospetta o accertata di occlusione intestinale, anche parziale.Inoltre non si deve somministrare l’antibiotico contemporaneamente ad agenti potenzialmente nefrotossici come kanamicina, streptomicina, gentamicina, polimixina, viomicina, colistina, cefalosporine ecc. In caso di assunzione protratta nel tempo può verificarsi lo sviluppo di microorganismi resistenti al principio attivo per cui esiste in particolare la possibilità di enterocoliti stafilococciche. Gli effetti collaterali comunemente riscontrati sono nausea, vomito e stipsi. Non somministrare ai bambini al di sotto dei due anni. Non assumere in gravidanza ed allattamento se non in caso di effettiva necessità e dietro controllo medico.

NOTE: Il Bimixin è composto da due principi attivi indicati per il trattamento delle infezioni batteriche a carico del tratto gastrointestinale. La Bacitracina,  è un antibiotico ottenuto dal Bacillus Subtilis che inibisce la crescita batterica ed agisce sui batteri Gram positivi. Non ha particolari effetti collaterali se, in alcuni casi, alcuni disturbi cutanei come arrossamenti ed irritazioni. La Neomicina, altro componente del Bimixin, è invece una sostanza che agisce contro i batteri Gram negativi in diversi modi, in particolare bloccando i pori del batterio diminuendone la permeabilità agli ioni e portandolo quindi alla morte. Tale molecola, come in questo caso, viene spesso associata ad un altro principio in modo tale da poter effettuare un’azione a largo spettro. Diversamente dalla bacitracina, la neomicina viene impiegata quasi esclusivamente per le infezioni gastronintestinali. 

Altri farmaci simili: Rifacol, Normix, Dissenten, Orobicin

[Fonti principali: AAVV, PagineSanitarie.com; AAVV, Farmacoteca.it; AAVV, StudioMedicoTorrino.com]

*Per ulteriori informazioni leggere il foglietto illustrativo. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.