CLAVUCAR GeyMonat (Ticarcillina/Acido clavulanico)

CLAVUCAR, GeyMonat

CATEGORIA: Farmaci antibiotici ed inibitori delle beta-lattamasi, pennicilline anti-Pseudomonas

FORMA FARMACEUTICA: Flacone, fiala per soluzione iniettabile

PRINCIPI ATTIVI: Ticarcillina, Acido clavulanico

INDICAZIONI: Indicato per il trattamento delle infezioni batteriche sostenute da batteri Gram positivi e Gram negativi. Clavucar è adattp er la cura delle infezioni del tratto urinario, infezioni dell’ apparato genitale femminile (endometrie, salpingite, malattia infiammatoria pelvica ed ascesso
pelvico; ) infezioni della cute e degli annessi cutanei. E’ utilizzato anche come  terapia di infezioni batteriche sostenute da germi sensibili come nelle setticemie batteriche, infezioni delle vie respiratorie, acute e croniche ed infezioni addominali, quali peritonite ed ascesso intraddominale.  

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI: Ipersensibilità al principio attivo e/o ad uno dei suoi eccipienti.  I sintomi segnalati con più frequenza sono reazioni cutanee locali (eritema, dolore, tromboflebite) ed il rash, generalmenti transitori. Sonos tati riscontrati, seppur con minore frequenza, anche episodi di nausea e diarrea. Possono verificarsi, nei soggetti predisposti, reazioni allergiche. In alcuni casi, per altro rari, si sono registrati aumenti del tasso delle transaminasi. L’uso prolungato di penicilline, può favorire lo sviluppo di microorganismi non sensibili, inclusi i funghi, che richiede l`adozione di adeguate misure terapeutiche. Non somministrare in gravidanza ed allattamento se non in caso di necessità e sotto stretto controllo medico.

NOTE: Clavucar è un antibatterico iniettabile costituito da un antibiotico semisintetico, la ticarcillina, derivato dalla pennicillina, e da un inibitore delle beta-lattamasi, l’acido clavulanico per cui ha un’azione ad ampio spettro contro i batteri Gram positivi e Gram negativi. E’ utilizzato quindi per trattare numerose infezioni causate da microrganismi, anche di elevata pericolosità, come Streptococchi ed Enterococchi, Stafilococchi, Listeria monocytogenes, Brucella spp., E.coli, Proteus mirabilis e vulgaris, Klebsielle, Salmonelle, Shigelle, Branhamella catarrhalis, Serratie, Citrobacter, Enterobacter e Pseudomonas (in particolare, P. aeruginosa), Legionella pneumophila, Clostridi (eccetto C. difficile), Fusobatteri, Peptostreptococchi, tutti responsabili di alcune patologie, anche gravi, come ad esempio la brucellosi, la legionella e la salmonella.

Altri farmaci: Timotin, Flucef, Flucinal, Augmentin, Clavulin, Neoduplamox

[Fonti principali: AAVV, PagineMediche.com; AAVV, MediLearn.it; AAVV, Xagena.it]

*Per ulteriori informazioni leggere il foglietto illustrativo. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.