Escursioni in montagna: alcuni consigli per evitare l’ipotermia

di Paola Commenta

Per tutta l’estate, ed anche oltre, si sono sentiti diversi casi di persone che hanno perso la vita sulle montagne. Non tutte però sono morte a causa di cadute o crepacci. Molti decessi sono avvenuti a causa dell’ipotermia. Ma cosa succede in condizioni di congelamento? Cosa si può fare per prevenire l’ipotermia?

Le cose più importanti sono stare al caldo e rimanere asciutti e lontani dal vento

spiega Nico van Gijsen del Cape Town Mountain Rescue Club.

Fare le cose giuste in caso di emergenza può salvare molte vite. La gente dovrebbe conoscere i segni di ipotermia. Più spesso le vittime sono i giovani e i vecchi, o gli adulti sotto l’influenza di alcool o individui mentalmente malati. I segni di ipotermia sono brividi, stanchezza, confusione, tremore delle mani, farfugliamento e sonnolenza. Tenere una persona in un luogo asciutto e caldo può salvargli la vita. Il calore del corpo degli altri alpinisti è stato riconosciuto che può riscaldare chi soffre di ipotermia.

Van Gijsen ha poi dato dei suggerimenti su come fare in casi estremi per evitare l’ipotermia. Dopo il salto, i consigli.

  • L’umidità uccide. Rimuovere tutti gli indumenti bagnati per evitare di raffreddare il corpo;
  • Vestitirsi saggiamente con abbigliamento impermeabile a più strati perché se uno è bagnato, è meglio toglierlo;
  • Non essere esposti al vento. Questo aumenta il processo di raffreddamento in tutto il corpo, soprattutto se è bagnato;
  • Accendere un fuoco;
  • Stare riparati. Se siete in una grotta siete ragionevolmente protetti, quindi meglio rimanerci. Le probabilità di salvataggio sono molto più elevate. Se siete in macchina, accendete il motore per qualche minuto ogni ora in modo che si possa accendere il riscaldamento;
  • Tenere la testa coperta. Il corpo perde calore attraverso le sue estremità come le mani e i piedi, ma soprattutto attraverso la testa. Se i piedi sono freddi, mettetevi un cappello;
  • Mangiare qualcosa. Il corpo può conservare il calore, ma ha bisogno di altre fonti da cui generare energia, come il cibo. È sempre una buona idea portare qualcosa come una barretta di cioccolato con voi, che può generare energia immediata;
  • Fare esercizi sul posto. L’esercizio fisico aumenta la circolazione sanguigna e può riscaldare il corpo. Pochi minuti di esercizio fisico possono fare miracoli;
  • Dire a qualcuno dove si va. Assicurarsi che una persona responsabile sappia dove siete andati e il percorso seguito. In alcune zone dove vi è la ricezione cellulare, un telefono carico può essere un vero salvavita. Meglio ancora, mai andare da soli.

[Fonte: Health24]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>