Mortalità in declino in tutto il mondo, tranne che in Africa

di Redazione 0

Il miglioramento dello stile di vita e la lotta alle malattie stanno dando i loro frutti. Dal 1970 ad oggi, secondo una ricerca pubblicata su Lancet, il tasso di mortalità delle donne è sceso del 34% e quello degli uomini del 19%. Un miglioramento che si è potuto chiaramente vedere in Europa, mentre è in controtendenza nei Paesi africani.

La fascia d’età dove si muore meno è quella che va dai 15 ai 59 anni, con il primato dell’Islanda, seguita da Svezia, Malta e Italia per gli uomini, ed il primato di Cipro, dove l’Italia è quinta, per le donne. In Africa invece la piaga, oggi come 40 anni fa, resta sempre la stessa, e cioè l’Aids, dove paradossalmente il tasso di morte in quella fascia d’età è aumentato rispetto agli anni ’70, complici anche le guerre.

Ogni anno, spiegano dall’Università di Seattle dove la ricerca è stata effettuata, il tasso di morte diminuisce dello 0,7% nei maschi e dell’1,4% nelle donne di tutto il mondo, e l’unico periodo in cui questo tasso ha visto un’inversione di tendenza, cioè quando ha ripreso a salire, è stato il periodo 1990-95, probabilmente a causa dell’epidemia di Aids che ha interessato anche il mondo Occidentale.

[Fonte: Ansa]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>