Inglesi, popolo più pigro del mondo

di Marco Mancini Commenta

Un vecchio cliché vuole che gli italiani siano un popolo pigro, sorpassati forse soltanto dai messicani, famosi per la loro siesta. Chi invece si dice non sia per nulla fannullone è il popolo inglese, sempre disegnato come laborioso e sempre in movimento. Un recente sondaggio effettuato tra il popolo di sua maestà potrebbe a breve ribaltare questa visione.

Pare proprio che i britannici non siano solo pigri, ma addirittura autolesionisti, dato che per pura mancanza di volontà di alzarsi dal divano e compiere un qualsivoglia movimento, sono disposti anche a “soffire” (nei limiti del lecito). La ricerca è stata condotta dalla società medica Nuffield Health, che ha rilevato su un campione di 2000 adulti una serie di aspetti interessanti. Uno su tutti? Se si rompe il telecomando del televisore, piuttosto che alzarsi dal divano e cambiar canale, un sesto degli intervistati preferisce guardare un programma non gradito. Le altre curiosità dopo il salto.

Si dice spesso che gli adolescenti crescono male perché i genitori sono troppo impegnati al lavoro e li trascurano. Questo è vero in molti casi, ma purtroppo dal sondaggio vien fuori che questi poveri bambini non solo vengono trascurati a causa del lavoro, ma la maggior parte dei loro genitori non vogliono giocare insieme a loro nemmeno durante il tempo libero, perché sono troppo pigri per farlo. Ed una cosa simile avviene anche sotto le coperte. Ad essere infelici infatti non sono soltanto i bambini, ma anche mogli (ed i mariti, perché no), dato che in più della metà dei casi la pigrizia fa passare la voglia di avere una notte focosa.

Questa mancanza di forza di volontà poi aggrava anche un altro aspetto della nostra vita, e cioè l’aria che respiriamo, dato che un terzo degli intervistati ammette di preferire l’inquinante automobile all’autobus perché non vuol arrivare a piedi fino alla fermata, mentre due terzi prendono l’ascensore anche per fare un piano o due perché troppo pigri per fare le scale.

Ad aggravare la situazione, secondo la psicologa Sarah Dauncey, ora ci si mette anche internet, che permette di non uscire più di casa nemmeno per fare shopping, ma anche tutti gli elettrodomestici che hanno i telecomandi e i piatti pronti. Questo andazzo è pericoloso perché fa male non solo alla persona interessata, ma anche ai suoi familiari, e persino ai suoi animali domestici.

[Fonte: Ansa]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>