Lenti oculari: vademecum per un buon utilizzo

di liulai Commenta

Pratiche e confortevoli, oltre che di ottima qualità, le lenti a contatto sono sicure e possono essere utilizzate quotidianamente. Naturalmente dopo un’accurata vi­sita oculistica. Infatti, nonostante la loro innocuità, il fai da te ha sempre in agguato qualche complicazione o qualche feno­meno di intolleranza. Il Ministero della Salute, a questo propo­sito, dà alcune informazioni di carattere generali sul loro utilizzo, come quello di verificare le perfette condizioni anatomo­funzionati dell’occhio, prima della loro ap­plicazione, di consultare il medico in caso di arrossamenti, bruciori, sensazione di corpo estraneo, eccessiva lacrimazione o disturbi della vista oppure, ancora, di met­tere sempre a conoscenza l’oculista dei farmaci che si assumono abitualmente, perché potrebbero dare qualche problema come, ad esempio, la secchezza.

Vediamo ora i vari tipi disponibili. Per la miopia, difetto tra i più frequenti, le lenti a contatto più adatte sono quelle sferiche morbide, sia di tipo convenzionale, sia di quello usa e getta. Per l’ipermetropia, in­vece, il disturbo caratterizzato da una vi­sione sfiatata soprattutto da vicino, oltre a quelle indicate anche per la miopia, pos­sono anche essere del tipo rigido e ga­spermeabile. Per l’astigmatismo, la scelta può variare da quelle sferiche a quelle ri­gide gaspermeabili, con una vasta scelta in termini di periodicità.

Infine, per la pre­sbiopia, l’orientamento migliore è quello verso le multifocali, che permettono di passare dalla visione da lontano a quella da vicino in modo naturale. Per quanto riguarda il sistema di manu­tenzione esistono poche e semplici regole per ottenere la massima funzionalità. Le tenti a contatto, infatti, tendono a sporcarsi a causa degli agenti atmosferici e del film lacrimale (il sottile strato di liquido che ri­copre la cornea e la congiuntiva). Per que­sto, ad eccezione di quelle monouso, devono essere pulite accuratamente:

  1. Lavare accuratamente la mani prima di maneggiarle.
  2. Applicare sempre lenti pu­lite.
  3. Disinfettarle e pulirle ogni volta che si tolgono.
  4. Detergerle solo con i liquidi appositi e accertarsi che questi non siano scaduti.
  5.  Pulire ogni settimana anche il portalenti, con la stessa apposita solu­zione.
  6.  Non usare il tipo usa e getta oltre il numero di giorni indicato sulla confe­zione.
  7.  Non applicate mai le lenti in caso di congiuntivite o anomalie della palpebra e della lacrimazione. 
  8. Sottoporsi a un controllo medico ogni 6/12 mesi anche in assenza di problemi particolari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>