Psoriasi, 5 miti da sfatare

di Ma.Ma. Commenta

La psoriasi è una malattia cronica che colpisce la pelle provocandone arrossamento e irritazione. Si stima possa colpire circa 3 milioni di persone in Italia e il 3% circa della popolazione mondiale dunque è molto più comune di quanto si potrebbe pensare. Tante però sono le informazioni sbagliate su questo disturbo. E allora ecco i falsi miti più comuni sulla psoriasi.

1. E’ contagiosa

La psoriasi di per sé non è contagiosa, anche se si tende a pensare comunemente il contrario: è questo infatti uno dei falsi miti che tornano con più frequenza. Stare a contatto con persone affette da psoriasi, insomma, non aumenta i rischi di essere poi colpiti da questa malattia.

2. Non è causata solo da stress

Nonostante si pensi che lo stress sia il fattore scatenante, in realtà questa malattia della pelle è provocata per la maggiore da una certa predisposizione genetica unita a specifici fattori ambientali. In molti casi chi soffre di psoriasi ha in famiglia una o più persone che ne hanno sofferto o che ne soffrono.

3. Ne esiste un solo tipo

Si pensa che la psoriasi sia una per tutti e invece ne esistono diversi. La psoriasi a placche è in assoluto la forma più comune, ma ce ne sono anche altre meno frequenti anche se comunque esistenti. Ci riferiamo per esempio alla psoriasi eritrodermica che interessa tutto il corpo e che viene spesso accompagnata da febbre.

4. Colpisce solo gli adulti

Tra i falsi miti da sfatare sulla psoriasi c’è anche questo. Questo tipo di malattia può colpire infatti anche in giovane età: si stima che un terzo delle persone che ne sono affette abbiano riscontrato i primi sintomi durante adolescenza. Anche i bimbi, seppur di rado, possano esserne colpiti.

5. Si guarisce

Dalla psoriasi non si guarisce anche se trattamenti mirati e sempre più all’avanguardia si rivelano molto efficaci per alleviare sintomi quali prurito e arrossamento della pelle.

Ti potrebbe interessare:

PSORIASI, NUOVA FORMULAZIONE MOMETASONE TOPICO

PSORIASI, ALIMENTAZIONE CONSIGLIATA E CIBI DA EVITARE

Foto | Thinkstock

Fonte | SIDeMaST

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>