ECOVAL Glaxosmithkline (Betametasone valerato)

ECOVAL, Glaxosmithkline

CATEGORIA: Corticosteroide

FORMA FARMACEUTICA: Crema, Emulsione e soluzione cutanea, unguento

PRINCIPI ATTIVI: Betametasone Valerato

INDICAZIONI: Variano in base alla forma farmamceutica, ma in via generale è indicato per varie forme di dermatopatie sensibili ai corticosteroidi, quali dermatiti seborroiche, allergiche, da contatto o irritative, dermatite atopica, nei casi di lichen, psoriasi e neurodermiti. E’ indicata anche nel trattamento sintomatico del prurito. La soluzione cutanea è adatta per le dermatosi delle parti pilifere e del cuoio capelluto come dermatiti ed eczemi seborroici e forfora.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI: Infezioni sistemiche qualora non venga effettuata una specifica terapia antinfettiva. Generalmente controindicato in gravidanza ed allattamento.

NOTE: La GlaxoSmithKline è una società britannica che opera nel settore farmaceutico, biologico e sanitario. Infatti, oltre a numerosi farmaci per diverse patologie, nel suo portafoglio annovera anche una vasta quanità di prodotti per la nutrizione e l’igiene del corpo. In italia è presente con due sedi a Verona e San Polo di Torrile (PR): si tratta dei primi insediamenti all’estero dell’azienda che qui nasce con il nome di Società anonima italiana Nathan Bompiani. La GSK fa parte del gruppo EuropaBio, un’associazione di industrie che hanno lo scopo di promuovere ed impiegare cibi geneticamente modificati. In italia, invece, il nome della Glaxo ha acquisito notorietà in seguito a uno scandalo del 2003 che ha visto coinvolti i vertici aziendali e molti medici nel reato di comparaggio, ovvero la prescrizione di farmaci di una determinata ditta in cambio di regali, premi e denaro).

Altri farmaci: Gentalyn, Ecoval Scalp Fluid, Altosone

[Fonti principali: AAVV, paginesanitarie.it, AAVV Wikipedia]

*Per ulteriori informazioni leggere il foglietto illustrativo. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.