ESSENTIALE FORTE Aventis (Fosfatidilcolina)

ESSENTIALE FORTE, Aventis

CATEGORIA: Inserire la categoria (Es.analgesico, antipiretico, antifiammatorio, ecc.).

FORMA FARMACEUTICA: Capsule rigide, fiale per soluzione iniettabile

PRINCIPI ATTIVI: Fosfatidilcolina

INDICAZIONI: Indicato per il trattamento della steatosi epatica da alcool e da stati di dismetabolismo (diabete, ipernutrizione lipidoproteica, obesità ed iponutrizione). Essentiale viene anche impiegato come coadiuvante nella terapia dell’intossicazione da agenti tossici e da alcuni gruppi di farmaci (antitubercolari, antipsicotici, antiepilettici e immunosoppressori).

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI: Ipersensibilità accertata al principio attivo e/o ad uno dei suoi componenti. In seguito all’assunzione possono verificarsi alcuni effetti collaterali tra cui: nausea, gastralgia, dolenzia all’ipocondrio destro nei primi giorni di trattamento, prurito ed eruzioni cutaneee su base allergica. Si tratta tuttavia di sintomatologie lieve e transitorie e solo un loro aggravamento può richiedere la sospensione del trattamento. In gravidanza ed allattamento assumere sotto controllo medico e previa valutazione della reale necessità del trattamento.

NOTE: La fosfatidilcolina è una sostanza capace di ridurre il volume delle cellule adipose con le quali viene a contatto ed uno dei suoi primi utilizzi è stato quello di terapia per le embolie gassose in seguito ad inteventi chirurgici  o traumi. Per questa sua funzione “sciogligrasso” viene spesso impiegata per interventi di chirurgia estetica. Infatti, questo fosfolipide viene solitamente usato con una metodologia particolare, detta “intralipoterapia”, che prevede l’iniezione sottocutanea della sostanza nelle zone da trattare ed è molto simile per metodologia alla mesoterapia, ma al contrario di quest’ultima richiede tempi più ridotti e provoca meno effetti collaterali.  Il punto di forza è il fatto di essere molto simile alle sostanze prodotte naturalmente dall’organismo ed anche la sua azione anticolesterolo e disintossicante. In realtà, però, ultimamente il suo utilizzo ha suscitato non poche polemiche: pare infatti che la fosfatidicolina non sia adatta alle cure estetiche. Per questo motivo, ecentemente il Co.N.E.S.Co.D. (Comitato Etico Scientifico per la Sorveglianza dei Cosmetici e dei Dispositivi Medici )  ha sporto regolare denuncia presso i Carabinieri NAS:”L’uso della fosfatidilcolina in medicina estetica, cosi’ osannata negli ultimi mesi nel trattamento mesoterapico delle adiposita’ localizzate, e’ in buona sostanza illegittimo, ovvero “non iure” in quanto non previsto da alcuna indicazione ufficiale scientifica ratificata da organi sanitari tecnicamente e giuridicamente competenti”.

Farmaci simili: Reductil, Acomplia, Olli, Zantrex

[Fonti principali: AAVV; CarloArnibaldi.com; AAVV; Docreadelli.com; AAVV, Lapelle.it]

*Per ulteriori informazioni leggere il foglietto illustrativo. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.