4 consigli per una buona salute intestinale in vacanza

di Valentina Cervelli Commenta

E’ possibile seguire almeno 4 consigli per mantenere la salute intestinale durante le vacanze d’estate. In questo periodo di solito le persone si rilassano e fanno nuove esperienze. E non sempre si alimentano adeguatamente, sperimentando disturbi legati all’apparato digestivo.

E’ necessario quindi, il più possibile, tentare di seguire uno stile di vita sano onde evitare problemi come la diarrea, i dolori addominali, la stipsi o problematiche legate alla digestione. Il clima ed i cambiamenti possono influenzare questa situazione: cerchiamo di agire in modo preventivo.

1. Prendersi cura del proprio equilibrio intestinale

Per poter evitare disturbi a carico dell’intestino durante le vacanze è necessario rispettare il naturale equilibrio della flora intestinale. Ognuno ha il suo, unico al pari di un’impronta digitale. E’ necessario quindi scoprire, puntando ad un’alimentazione sana, quali sono gli alimenti che ci fanno bene o meno,

2. Attenzione all’igiene

Rispettare strettamente delle normali norme igieniche a prescindere da dove ci si trova è basilare per evitare di sperimentare diarrea o altri problemi intestinali. Purtroppo virus e batteri sono all’ordine del giorno: alimenti e bevande devono essere consumate solo se conservate in modo idoneo o se non contaminate. Lavarsi le mani prima di mangiare è importantissimo.

3. Non saltare i pasti

E’ importante, per mantenere la salute intestinale d’estate, non saltare i pasti ne consumare eccessive quantità di farinacei che tendono ad appesantire. Verdura e frutta sono gli alimenti che devono essere consumati in maggiore quantità. Più fibre si consumano, migliore sarà l’effetto sulla salute.

4. Consumare probiotici

Per mantenere la salute del proprio intestino d’estate è ci si può aiutare aggiungendo alla propria dieta dei probiotici: il loro effetto benefico è indiscusso. Tutto ciò è valido maggiormente per i bambini che hanno un organismo più debole rispetto a quello degli adulti e che quindi necessitano di un’alimentazione maggiormente controllata e completa dal punto di vista nutrizionale.

Photo Credits | Sunny studio / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>