I quattro comandamenti per vivere meglio e più a lungo sono stati pubblicato sulla rivista PLOS medicine. Niente sigarette, poco alcol, tante vitamine e un po’ di attività fisica: così la nostra vita potrebbe allungarsi di ben 14 anni migliorando anche nella qualità.

A sostenerlo è un gruppo di studiosi dell’Università di Cambridge, che nell’arco di 11 anni ha analizzato 20 mila persone di età compresa tra i 45 e i 79 anni. La scelta dei soggetti è avvenuta esclusivamente tra persone che non hanno mai avuto tumori né patologie cardiovascolari. E’ la prima volta che i quattro fattori vengono analizzati nello stesso studio. Ogni partecipante ha compilato un questionario ed è stato classificato con un punteggio da 0 a 4 in base al proprio stile di vita.

Un punto per ognuna delle seguenti abitudini: niente fumo, una vita attiva, un’assunzione moderata di bevande alcoliche (non più di 14 bicchieri di vino a settimana) e il consumo di cinque porzioni di frutta o verdura al giorno. I partecipanti sono stati arruolati dal 1993 al 1997 e sono stati monitorati per undici anni.


I risultati possono apparire scontati ma significativi: chi fuma, chi fa uso di alcolici anche moderati, chi non fa attività fisica regolarmente e non assume giornalmente porzioni di frutta e verdura ha una frequenza di mortalità quattro volte superiore a chi invece segue da almeno 15 anni una vita più sana.

Questo lavoro fa parte di un progetto europeo (Epic) che analizza la salute pubblica in dieci diverse nazioni europee, si tratta della più vasta indagine sulla salute e sulle abitudini alimentari mai effettuata. I dati ottenuti devono adesso essere confermati con nuovi studi condotti su diverse popolazioni e, soprattutto, devono essere analizzate le modalità con cui la combinazione delle quattro abitudini influenzano l’aspettativa e la qualità di vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>