Pasqua in salute, no agli eccessi a tavola

di Valentina Cervelli Commenta

Per una Pasqua in salute bisogna dire no agli eccessi a tavola. Le tentazioni saranno sicuramente molte tra le tradizioni tipiche dei propri luoghi e qualche “stravizio” dettato dal fatto di essere in compagnia. Come per ogni cosa è necessario evitare esagerazioni di ogni sorta.

E’ proprio nel periodo della Pasqua infatti, così come capita nel corso di altre feste, che si rischiano di fare errori alimentari destinati ad avere un peso importante sul proprio stato di salute. Vediamo, con l’aiuto dell’Associazione Italiana Gastroenterologi ed endoscopisti Ospedalieri (AIGO)  come regolarci nel corso delle prossime libagioni per mangiare con gusto ma bene tutelando la forma fisica.

Niente spuntini di troppo

La prima cosa da fare è quella di evitare gli spuntini, soprattutto dopo l’eventuale pranzo luculliano pasquale. Rispettare la cadenza giusta dei pasti aiuta non solo a non esagerare ma a non appesantirsi troppo. Un piccolo ulteriore consiglio che viene dato è quello di scegliere i piatti giusti per rendere le porzioni più piccole senza soffrirne: forma quadrata ed impiattamento particolare aiutano a soddisfare l’occhio tenendo contemporaneamente a bada la forchetta.

Masticare a lungo

Più si mastica più si sperimenta un senso di sazietà che porta a non eccedere nel pasto.

Poca carne, tanta verdura

A Pasqua per tradizione viene consumato l’agnello: esso è carne bianca e magra ma per mantenere questa sua caratteristica non deve essere ovviamente condito in maniera eccessiva e poco salutare con burro, besciamella o panna. La frutta e la verdura devono essere parte integrante dei piatti ed essere messi a disposizione anche come stuzzichini da consumare in attesa del pasto. Limitarsi ad un bicchiere di vino durante il pasto senza eccedere con gli alcolici è consigliato.

Uovo di Pasqua, si o no?

L’uovo di Pasqua è qualcosa di irrinunciabile per tutti: ovviamente consumare con moderazione la cioccolata va bene. Fate attenzione quest’anno alla sua composizione: potrebbe esservi anche l’olio di palma. La quantità di grassi saturi in esso presente lo rende un ingrediente non propriamente salutare.

Photo Credits | photomim / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>