Un vaccino per smettere di fumare

di Piera 1

Nonostante siano fatte molte campagne di informazione sui rischi del fumo, tanti sono coloro che non riescono proprio ad abbandonare questo vizio. Sul mercato sono comparsi diversi prodotti indirizzati proprio ad aiutare a spegnere per sempre le sigarette. Una speranza, però, arriva da due colossi dei farmaci.

Grazie alla collaborazione tra la casa farmaceutica GlaxoSmithKline e la Farmaceutica Nabi anche i fumatori più incalliti potrebbero finalmente dire addio alle sigarette. Sembrerebbe, infatti, che le due case abbiano sviluppato un farmaco, un vero e proprio vaccino capace di aiutare le persone a smettere di fumare.

I risultati degli studi fin’ora condotti hanno dato un esito altamente positivo ed il numero delle persone che dopo la somministrazione del vaccino è ritornata a fumare è stato drasticamente dimezzato. Una notizia ottima  che potrebbe aiutare molta gente ad abbandonare il vizio del fumo.

NicVAX, il vaccino, viene somministrato tramite iniezione ed il suo principio attivo produce gli anticorpi che si legano alle molecole di nicotina, impedendo così al sangue di trasportare le sostanze al cervello. La nicotina, infatti, dopo essere stata aspirata, si irradia velocemente nel cervello fino ad arrivare alla dove vi è labarriera ematoencefalica, un’ apposita area responsabile delle dipendenze. Il meccanismo d’azione capace di sviluppare la risposta immunologica  è stato anche premiato, nel 2008 con il “Frost & Sullivan Product Innovation Award” proprio per l’alto livello di innovazione.

La novità del vaccino, rispetto ai prodotti già esistenti, risiede sopratutto nel fatto che gli anticorpi, una volta legati alle molecole di nicotina, vengono automaticamente prodotti dal sistema immunitario e così, l’ effetto è potenzialmente irreversibili da 6 ai 12 mesi dopo la vaccinazione.

Tuttavia, nonostante gli studi condotti su persone ed animali da laboratorio abbiano dimostrato che è possibile dimezzare il numero delle persone che riacquista la dipendenza, la American Lung Association ha invece evidenziato che  il 90% degli ex fumatori torna a fumare una volta svanito l’effetto del vaccino che, quindi, sarabbe solo temporaneo.

[Fonte: Telegraph Uk ]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>