GLIVEC Novartis (Imatinib)

Glivec pill

GLIVEC, Novartis

CATEGORIA: Farmaci antineoplastici, inibitore della protein-chinasi.

FORMA FARMACEUTICA: Capsule rigide, Polvere di colore da bianco a giallo in una capsula opaca di colore da giallo chiaro a giallo-arancione, con la scritta “NVR SH”

PRINCIPI ATTIVI: Imatinib

INDICAZIONI: Indicato nel trattamento di pazienti con pazienti con leucemia mieloide cronica (LMC) con cromosoma Philadelphia (bcr-abl) positivo (Ph+) di nuova diagnosi, per i quali il trapianto di midollo osseo non è considerato come trattamento di prima linea. Glivec è utilizzato anche nella terapia per la LMC Ph+ in fase cronica dopo il fallimento del trattamento con interferone-alfa, o in fase accelerata o in crisi blastica. Il farmaco può essere utilizzato anche per tumori stromali del tratto gastro- intestinale (GIST) maligni non operabili e/o metastatici, positivi al Kit (CD 117). La terapia  deve essere iniziata da un medico esperto nel trattamento di pazienti con LMC o GIST. La dose prescritta deve essere somministrata per via orale, in un’unica somministrazione giornaliera durante un pasto e con un abbondante bicchiere d’acqua.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI: Ipersensibilità al principio attivo e/o ad uno dei suoi componenti. Se Glivec viene assunto con altri medicinali è possibile una interazione farmacologica con desametasone, fenitoina, carbamazepina, rifampicina e fenobarbitale. Inoltre, l’assunzione contemporanea di Hypericum perforatum, anche noto come erba di San Giovanni, può ridurre significativamente l’esposizione a Glivec, aumentando potenzialmente il rischio di fallimento terapeutico. Durante il trattamento con Glivec possono comparire effetti indesiderati come capogiri o offuscamento della vista per cui si sconsiglia di mettersi alla guida. Tra gli effetti collaterali riscontrati quelli che compaiono con maggior frequenza, ma che sono lievi e transitori, sono nausea lieve, vomito, diarrea, dolori addominali, fatica, mialgia, crampi muscolari  ed eruzioni cutanee.

NOTE: Il Glivec, commercializzato dalla Novartis, è stato recentemente portato alla luce dei riflettori grazie alal consegna del Premio Inventore Dell’Anno, promosso dalla Commissione Europea e dall’Ufficio brevetti, a Jürg Zimmermann, che con il suo collega oncologo statunitense, Brian Druker, hannoscoperto questo farmaco che combatte la leucemia mielogena cronica (CML), forma rara di malattia cancerogena. Il Glivec ha la capacità di combattere solo le cellule malate e non è invasivo come i trattamenti tradizionali per la leucemia mielogena cronica, inoltre, dovrebbe apportare solo pochi effetti collaterali rispetto gli altri trattamenti.

Altri farmaci inibitori delle protein-chinasi: Tarceva, Sutent

[Fonti principali: AAVV, PagineSanitarie.com, AAVV, Wired.it, AAVV, Novartis.it, ]

*Per ulteriori informazioni leggere il foglietto illustrativo. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.