Consigli per salvaguardare la vista se si passano molte ore al pc

di Daniele Pace 0

Non è affatto un mistero che, al giorno d’oggi, pc e smartphone siano diventati l’oggetto principale con cui passiamo le nostre giornate. Che sia per motivi strettamente di lavoro che per ragioni di svago e di divertimento, stare davanti ad uno schermo è diventata una vera e propria abitudine che, però, può avere anche diversi risvolti negativi.

salvaguardare la vista

Il boom degli smartphone avvenuto nel corso del decennio che ci siamo appena lasciati alle spalle non ha fatto altro che peggiorare la situazione. Ormai lo si impiega anche per attività per cui prima ci si doveva muovere fisicamente e che affaticano notevolmente gli occhi. Proviamo a pensare certamente ai videogiochi e ai giochi online, che stanno avendo un successo sempre più ad ampio raggio. Oggi, ad esempio, l’accesso ai casino online è talmente semplice che, spesso, tra varie scommesse e giochi in cui tentare la fortuna, si finisce per rimanere davanti allo schermo del computer per ore e ore. Ad esempio, il gioco del poker è uno di quelli che durano di più e portano a stare tanto tempo davanti allo schermo di un computer, a volte anche per diverse ore di fila.

Quali sono i migliori consigli da seguire per proteggere i propri occhi?

Con l’avvento anche degli smartphone, è chiaro che gli occhi sono ancora più messi a dura prova. Infatti, la vista è la prima a finire nei guai nel momento in cui tutti questi dispositivi vengono utilizzati per diverse ore durante il giorno. È sufficiente trascorrere due ore al giorno davanti allo schermo di un computer che, sommate alle ore che si passano davanti al display dello smartphone, ecco che la vista ne risente in maniera notevole.

Nel caso in cui anche voi vi troviate in una situazione del genere, è meglio seguire le linee guida che sono state diffuse da parte dell’American Academy of Optometry. Una specie di decalogo che può tornare decisamente utile quando si tratta di salvaguardare la salute dei propri occhi, soprattutto rispetto a delle abitudini completamente errate.

Il primo consiglio da seguire è quello di cercare di mantenere il più pulito possibile il monitor del pc, in maniera tale che gli occhi non debbano fare troppa fatica. Con lo smartphone, invece, è sempre meglio evitare di sforzare gli occhi nel guardarlo lo schermo per troppo tempo sotto la luce del sole diretta.

Un altro ottimo accorgimento è quello di puntare su degli sfondi che presentano una colorazione grigia piuttosto che quelli troppo chiari o bianchi. Infatti, con una tonalità come il grigio, ecco come la vista dovrà fare uno sforzo decisamente inferiore.

Posizione dello schermo e distanza dagli occhi

Un aspetto che in tanti sottovalutano è quello relativo alla distanza ottimale che dovrebbe essere rispettata tra gli occhi e lo schermo del device utilizzato. Stando al decalogo dell’American Academy of Optometry, tale distanza deve essere pari alla lunghezza del proprio braccio, in posizione distesa ovviamente.

La posizione dello schermo è un altro aspetto su cui tante persone fanno una grande confusione e, soprattutto, adottano un approccio totalmente errato. Infatti, il display deve essere sempre collocato al di sopra rispetto all’altezza degli occhi, in maniera tale che non possa riflettere la luce. Importante, al tempo stesso, provvedere a impostare la giusta luminosità del monitor, in base chiaramente al momento della giornata in cui si sta utilizzando il computer.

Gli esperti a stelle e strisce sottolineando come un altro accorgimento adottato da poche persone che passano tante ore davanti al pc è quello di ricordarsi di sbattere gli occhi. L’attenzione e la concentrazione che vengono messe nel guardare lo schermo del computer, spesso e volentieri tende a far diminuire la costanza con cui si sbattono gli occhi, che invece è fondamentale per conservare la corretta lubrificazione degli stessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>