Occhi, contro le irritazioni l’estratto di tamarindo

di Tippi 4

Dall’estratto di tamarindo, un albero tropicale originario dell’Africa Orientale, arriva un collirio naturale particolarmente efficace contro la sindrome dell’occhio secco e i disturbi ad esso correlati come il prurito, il bruciore e la vista offuscata. Il collirio viene prodotto dall’azienda giapponese ROHTO e si chiama Relief Eye.

Il collirio è composto da un mix di acido ialuronico e un polisaccaride che viene estratto dai semi del tamarindo. Questa particolare miscela, come è stato dimostrato con uno studio commissionato all’azienda giapponese, si è rivelata più efficace che non il solo utilizzo di acido ialuronico.

I volontari che hanno partecipato allo studio, tutti affetti dalla sindrome dell’occhio secco, sono stati divisi in 2 gruppi, il primo ha utilizzato il preparato ottenuto dall’estratto di tamarindo e acido ialuronico, mentre il secondo solo quello a base di acido ialuronico. Dai risultati del test, è emerso come i sintomi dei partecipanti del primo gruppo fossero migliorati di 5 volte rispetto a quelli riscontrati dal gruppo di controllo.

La sindrome dell’occhio secco è un disturbo più diffuso di quanto si creda e spesso sottovalutato o non diagnosticato ad una prima osservazione clinica. Con questo termine, generalmente, si è soliti indicare l’alterazione quantitativa o qualitativa delle lacrime che mantengono umida la superficie oculare a contatto con l’esterno, tuttavia, la secchezza oculare è causata da una concomitanza di fattori poiché il film lacrimale pre-oculare ed i tessuti corneale e congiuntivale sono in stretta relazione.

Le lacrime assolvono a diverse funzioni, contribuiscono al potere refrattivo della cornea, che lubrificano e allo stesso tempo nutrono, e svolgono un’azione antibatterica. I sintomi più comuni dovuti alla sindrome dell’occhio secco sono la fotofobia, il bruciore, la sensazione di corpo estraneo nell’occhio, e nei casi più gravi dolore e annebbiamento della vista. Questi fenomeni, inoltre, tendono a peggiorare in ambienti secchi, ventosi o dove sono in funzione impianti di riscaldamento o di condizionamento. Molte persone affette da questo disturbo, soffrono anche di congestione nasale, tosse cronica, mal di testa.

A tutt’oggi non esiste ancora una terapia risolutiva della patologia da occhio secco, nonostante non manchino i presidi terapeutici topici, a cui si aggiunge anche questo prodotto estratto dai semi di tamarindo, che ha il vantaggio di essere un prodotto naturale.