KETODOL AlfaWassermann (Ketoprofene/Sucralfato)

 

KETODOL, AlfaWassermann

CATEGORIA: Farmaci analgesici ed antipiretici non-steroidi, (FANS)

FORMA FARMACEUTICA: Compresse rivestite

PRINCIPI ATTIVI: Ketoprofene, Sucralfato

INDICAZIONI: Indicato per il trattamento di manifestazioni dolore di varia natura ed origine, come mal di testa, maldi denti, nevralgie, dolori mestruali , dolori osteo-articolari e muscolari di media e grave entità, come artrite reumatoide, artrosi e gotta. Per la sua marcata attività di analgesico ed antipiretico è inoltre utilizzato come terapia negli stati febbrili. Il sucralfato, utilizzato per il rivestimento della compressa, consente di proteggere la mucosa gastrica.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI: Ipersensibilità verso i componenti, o verso altre sostanze strettamente correlate dal punto di vista chimico, o verso altri farmaci analoghi (Fans). L’utilizzo di ketodol è controindicato nel caso in cui si presentino  eruzioni cutanee, rinite, asma, nei soggetti affetti da ulcera gastrica o duodenale, gastrite e disturbi digestivi cronici (dispepsia cronica) e nei pazienti che presentano  una significativa riduzione del numero di globuli bianchi (leucopenia) o delle piastrine (piastrinopenia).  L’uso di Ketodol è sconsigliato in associazione ad farmaci antinfiammatori e a base diacido acetilsalicilico, oppure in concomitanza con trattamenti antibiotici perchè potrebbero risultare inefficaci. Gli effetti collaterali riscontrati più frequentemente sono solitamente transitori e a carico del tratto gastroenterico quali pirosi, dispepsia, gastralgia, nausea, vomito e flatulenza. Non somministrare in gravidanza ed allattamento. Controindicato nei pazienti di età inferiore ai 15 anni.

NOTE: La particolarità di Ketodol è la presenza, oltre al ketoprofene, di un altro attivo, il sucralfato che formando una specie di “pellicola” attorno alla parete dello stomaco, impedisce che l’acidità del farmaco, combinata con quella dei succhi gastrici, possa causare il bruciore di stomaco che, sopratutto in caso di trattamenti prolungati con antiinfiammatori, può degenerare in infiammazione cronica ed ulcera. Per questo motivo, il  Ketodol può essere assunto anche a stomaco vuoto, ma in ogni caso si consiglia di limitare questa opzione situazioni e casi particolari. Il sucralfato, però,  sembrerebbe limitare l’assorbimento del principio attivo (il ketoprofene) dato che i FANS vengono assorbiti facilmente in ambiente acido.

Altri farmaci simili: Lasonil, Liotondol,  Artrosilene, Fastum Gel, Flexen, Orudis

[Fonti principali: AAVV, MedicineLab.com, AAVV , Salus.it, AAVV, Farmalegge.it]

*Per ulteriori informazioni leggere il foglietto illustrativo. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.