Elio e le Storie Tese contro l’abuso di alcol (VIDEO)

di Valentina Cervelli Commenta

Elio e le Storie Tese contro l’abuso di alcol con un nuovo brano, “Alcol Snaturato”. Una canzone per far comprendere ai giovani l’importanza del bere responsabilmente senza esagerare. L’iniziativa ha avuto luogo presso il liceo scientifico Kennedy di Roma.

Nel corso dell’incontro con i ragazzi Elio ha spiegato come non sia necessario sballarsi per potersi divertire. L’esempio più diretto fatto dal musicista è quello di Frank Zappa:

Uno dei più grandi musicisti di tutti i tempi che tutti considerano un’icona della trasgressione, in realtà non consumava né alcol né droghe. Il nostro obiettivo è far capire i danni che può provocare l’alcol ai giovani.

E per farlo hanno puntato su un brano ed un video dedicato, come sempre ironico ed irriverente girato con una spherical cam: un dispositivo che permette a chi guarda entrare nel vivo della performance guardandola da tutte le angolazioni possibili. Un bicchiere di vino ai pasti e un cocktail ogni tanto, per quanto non sempre salutari non arrecano gravi danni alla salute. Ma le sbronze, le continue ubriacature alla ricerca di uno sballo, il binge drinking sono tutte abitudini nelle quali i giovani non devono indugiare. Problemi al sistema nervoso, malattie del fegato, traumi conseguenti ad incidenti occorsi dopo l’assunzione di alcol.

Statisticamente le percentuali sono orribili: il 17% dei ricoveri in ospedale causati dall’alcol riguardano i minori di 14 anni, purtroppo tra i consumatori più incalliti, perchè alla ricerca di qualcosa che li faccia sentire pià grandi. E la situazione non migliora con il progredire dell’adolescenza.  Essere coscienti dei danni causati dall’alcol può aiutare a combattere questo trend negativo. Riuscire a farlo utilizzando un gruppo musicale amato come quello di Elio e le Storie Tese consente di raggiungere con più facilità un numero più alto di giovanissimi, rendendoli consci dei pericoli che corrono in modo divertente e sicuro e soprattutto in grado di essere ricordato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>