Carie nei bambini, la prevenzione comincia in gravidanza

di Tippi 0

 La carie è oggi uno dei disturbi dentali più diffusi nei più piccoli a causa di una cattiva igiene orale e un’alimentazione scorretta, ma anche ad una scarsa prevenzione in gravidanza. A sostenerlo è il Ministero della Salute che ha approvato le nuove linee guida per la prevenzione della salute orale in età pediatrica.

I soggetti più colpiti dalla carie, una malattia trasmissibile che interessa i tessuti duri dentali e che porta alla distruzione degli stessi, sono i bambini tra i 4 e i 12 anni. Tra i motivi principali di questo fenomeno in crescita ci sono proprio le abitudini scorrette per quanto riguarda l’igiene orale della futura mamma. Questo “errore”, infatti, viene trasmesso al neonato che sarà maggiormente esposto a lesioni nei denti da latte e durante l’età dello sviluppo. La situazione è aggravata anche dai fattori economici che portano a trascurare le cure odontoiatriche e a scegliere snack ipocalorici e ricchi di carboidrati facilmente fermentabili con la saliva preferiti a frutta e verdura per risparmiare.

Antonella Polimeni, presidente del Collegio Nazionale dei Docenti di Odontoiatria, definisce l’attenzione alla salute del cavo orale della madre in gravidanza come uno dei punti cardine delle nuove linee guida elaborate dal Ministero per la prevenzione della salute orale nell’età pediatrica. le future mamme che presentano un’alta concentrazione di streptococcus mutans (il principale batterio responsabile della carie) sono quelle che trasmettono il maggior rischio al nascituro. È stato dimostrato, infatti, che i ceppi batterici rinvenuti nella saliva dei bambini sono gli stessi rinvenuti nella saliva delle loro madri.

È importante anche fare attenzione alla dieta e soprattutto agli zuccheri. La fermentazione dei carboidrati da parte dei batteri cariogeni causa la formazione di metaboliti acidi, che danneggiano i denti. È stato dimostrato che questi microrganismi (che possono provenire anche dalla contaminazione materna) sono in grado di colonizzare il cavo orale del bambino e tanto è più massiva e precoce la colonizzazione tanto maggiori sono le probabilità di sviluppo delle lesioni cariose. È importante perciò evitare l’uso del succhiotto zuccherato e del biberon contenente bevande zuccherate al di fuori del pasto e che il bambino assuma zuccheri fuori pasto con le caramelle, le merendine, ecc. Le merende non devono essere a base di dolciumi.

Photo Credit| Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>