Disidratazione nei bambini, 32 ricoveri al giorno

di Valentina Cervelli Commenta

La disidratazione d’estate mette a rischio la salute dei bambini. Nella sola Inghilterra sono 12mila i ricoveri annui per questo problema. Per una media di 32 casi al giorno. E nel resto del mondo la situazione non è differente.


L’indagine sul rapporto tra la disidratazione e la salute dei bambini è stata condotta dal Centro di informazione sanitaria e sociale (HSCIC) inglese e ha sottolineato l’errato approccio degli adulti alla gestione dei più piccoli. Uno dei più grandi sbagli che si compiono in questi casi è quello di valutare i bambini come si farebbe con i grandi.  Al pari degli anziani invece, per ciò che concerne la sete, i bambini non possono contare su una regolazione affidabile. La loro sensazione di arsura non corrisponde alla nostra ed i sintomi della disidratazione nei bambini possono non essere immediatamente evidenti allo stesso modo. Ha commentato la dott.ssa Emma Derbyshire, docente di Fisiologia Nutrizionale alla Manchester Metropolitan University e consulente del Natural Hydration Council:

Questi dati mostrano un problema reale: come i bambini sono spesso a un maggior rischio di disidratazione. Hanno bisogno di più acqua rispetto agli adulti in relazione al peso corporeo ed i loro corpi non riconoscono sempre i segni di disidratazione. Come per gli anziani, il “meccanismo della sete” dei più piccoli non è sempre affidabile. E a seconda dell’età i bambini hanno bisogno di consumare 6-8 bicchieri di acqua per rimanere perfettamente idratati.

Riuscire a far bere loro la giusta dose di acqua è primario per mantenerne ottimali le condizioni di salute, soprattutto se i minori sono affetti da malattie pregresse, alle quali lo stato di disidratazione può arrecare ulteriore gravità. Secondo le stime raccolte da “In a bottle” nella sola Gran Bretagna, lo ripetiamo,  sono 32 i ricoveri di bambini ogni giorno per via della disidratazione. Interventi facilmente evitabili con un po’ d attenzione in più nei confronti dei bisogni dei più piccoli. Vogliamo ricordarvi che i sintomi più comuni di uno stato di disidratazione vi sono il mal di testa, la nausea, l‘aumento della frequenza cardiaca.

Photo Credit | In a bottle

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>