San Valentino, protettore degli innamorati e delle persone con epilessia

di Marco Mancini 2

logo lega italiana contro l'epilessiaDomani, 14 febbraio, è San Valentino. Tutti sanno che è la giornata dedicata agli innamorati, ma in ben pochi sanno che è anche quella degli epilettici. L’epilessia è una malattia che colpisce circa mezzo milione di persone solo in Italia, ma che è sconosciuta ai più. Per questo la Lega Italiana Contro l’Epilessia (LICE) ha deciso di promuovere e distribuire gratuitamente un libro (Sara e le sbiruline di Emily) scritto da una mamma di una bambina epilettica per spiegare a chi ha figli affetti da questa condizione come comportarsi e come fargli vivere una vita normale.

Nonostante i sintomi possano risultare gravi, l’epilessia non è una condizione invalidante e si può superare o si può imparare a convivere con essa. Si tratta di una malattia neurologica che porta ad attacchi più o meno gravi, causati da anomale eccitazioni elettriche che possono scaturire in convulsioni ed altri sintomi fisici.

Le cause possono essere molteplici, dalle lesioni cerebrali ad un trauma cranico, da un ictus a problemi genetici, fino alle infezioni come la meningite, almeno nei più piccoli dove l’incidenza è più alta, circa 130 casi su 100 mila bambini sotto un anno di età, che scende a 70 casi ogni 100 mila negli adolescenti. In età adulta le cause possono essere diverse, come ad esempio smettere di prendere alcuni farmaci senza il consenso medico o l’uso di sostanze stupefacenti.

L’epilessia dev’essere curata nel modo corretto, con la prima assistenza, seguendo delle norme di base durante gli attacchi che servono per mettere in sicurezza il bambino come l’evitare di toccarlo (le convulsioni devono finire da sole) o eliminare eventuali pericoli nel luogo in cui esse avvengono, come ad esempio posizionare un cuscino sotto la testa o allontanare gli oggetti con cui potrebbe ferirsi.

Questa ed altre norme sono spiegate dalla LICE che, grazie ai suoi oltre mille specialisti, contribuisce alla cura e all’assistenza dei pazienti affetti da epilessia, ed al loro inserimento nella società. Nella giornata di domani dunque, alle 17:30 presso la Libreria Mondadori di via Piave, 18 a Roma si terrà la presentazione del libro e chi è interessato potrà ottenere ulteriori informazioni dai rappresentanti dell’associazione.

[Fonte: La Stampa]