LEVOREACT Jhonson & Jhonson (Levocabastina cloridato)

LEVOREACT, Johnson & Jhonson

CATEGORIA: Farmaci antistaminici e decongestionanti nasali per uso topico

FORMA FARMACEUTICA: Flacone nebulizzatore

PRINCIPI ATTIVI: Levocabastina cloridato

INDICAZIONI: Indicato nel trattamento sintomatico delle riniti allergiche. Il flacone deve essere agitato prima di ogni somministrazione. La prima volta può essere necessario premere due-tre volte l’erogatore per ottenere una regolare erogazione. Si consiglia di rispettare la posologia indicata, ovvero 2 nebulizzazioni per ciascuna narice due volte al giorno. Il trattamento dovrebbe essere proseguito fino alla scomparsa dei sintomi. In caso di uso prolungato senza miglioramenti si consiglia di contattare il medico.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI: Ipersensibilità al principio attivo e/o ad uno dei suoi eccipienti. Poichè la levocabastina viene escreta prevalentemente per via renale Levoreact dovrebbe essere somministrato con cautela nei pazienti con insufficienza renale. Occasionalmente, subito dopo l’applicazione e’ stata osservata una lieve e transitoria irritazione locale (bruciore e formicolio nasale). Sono stati segnalati rari casi di reazioni da ipersensibilità. Non somministrare in gravidanza. Levoreact può invece essere utilizzato durante l’ allattamento.

NOTE: Alcuni prodotti come Levoreact, ovvero gli spray nasali, utili rimedi per decongestionare le mucose, possono però causare fastidi se non correttamente utilizzati. Inoltre, in alcuni casi, questi prodotti possono dare luogo ad un’assuefazione che provoca una sorta di dipendenza.

Ecco alcuni suggerimenti sull’utilizzo dei nebulizzatori:

  • Soffiare il naso prima di instillare le gocce o spruzzare il nebulizzatore.
  • Instillare le gocce tenendo la testa in posizione eretta e ruotandola delicatamente da una parte all’ altra.
  • Tenere il flacone del nebulizzatore parallelo al setto nasale (non obliquo). Se sono previste due somministrazioni attendere 3-5 minuti fra l’una e l’altra.
  • Asciugare (possibilmente dopo averli lavati) e richiudere sia il contagocce che il beccuccio del nebulizzatore.
  • La confezione è di uso strettamente personale per non diffondere una eventuale infezione. Inoltre non è consigliabile riutilizzarla a distanza di tempo perché potrebbe essersi inquinata.
  • Ricordare sempre l’importanza di una adeguata umidificazione dell’ambiente e della eliminazione dei fattori irritanti (es. fumo).

Altri farmaci antistaminici: Aerius, Zirtec, Zaditen, Rinazina

[Fonti principali: AAVV, PagineSanitarie.com, AAVV MedicineLab.net, AAVV Saninforma.it ]

*Per ulteriori informazioni leggere il foglietto illustrativo. Le informazioni fornite su MedicinaLive sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo, e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari.