Alcolici in estate, 5 cose assolutamente da sapere

di Ma.Ma. 0

E’ sempre bene non fare uso eccessivo di alcolici in estate perché con le alte temperature gli effetti negativi dell’alcol sull’organismo sono ancora più marcati rispetto al resto dell’anno. Ovvio che una birra ogni tanto ci sta tutta, ma il buon senso è quello che deve sempre guidarci quando ci apprestiamo a bere alcol. Ecco 5 cose assolutamente da sapere sul consumo di vino e cocktail di vario genere in estate.

Ecco riepilogati i principali effetti negativi dell’alcol che diventano ancora più marcati in estate.

1. Fa venire sonno

Fate attenzione: gli alcolici regalano quella sonnolenza che in estate, complice le alte temperature e il fisico ovviamente più spossato, è ancora più marcata. Per cui sarebbe fondamentale non bere alcolici se sapete di dovere affrontare una serata impegnativa o un viaggio in macchina.

2. Rallenta i riflessi

Collegato alla sonnolenza, che è uno degli effetti immediati dell’alcol in estate, troviamo anche il rallentamento dei riflessi che è una delle conseguenze negative che un consumo eccessivo di alcol si porta dietro sempre, anche in inverno insomma. In estate però questo aspetto è ancora più marcato e assolutamente da non sottovalutare. L’organismo, con il caldo afoso, è più lento; un consumo eccessivo di alcolici rende qualsiasi azione, anche la più semplice, molto più complicata.

3. Produce disidratazione

Una delle 5 cose assolutamente da sapere sul consumo di alcolici in estate è la seguente: l’alcol ha potere disidratante, perché induce un blocco dell’ormone responsabile della nostra diuresi. Tradotto, vuol dire che più bevo, più aumenta la diuresi, più sento il bisogno di bere ancora.

4. Rallenta la digestione

Bere alcolici in estate non è un buon modo per favorire la digestione che, in presenza di vino, birra e cocktail di vario genere, diventa più lenta e macchinosa. L’alcol infatti produce una ipersecrezione gastrica svuotando lo stomaco e rendendolo più soggetto a digestione faticosa soprattutto in estate e in presenza di temperature elevate. Il motivo è da riscontare nel fatto che il nostro organismo, con l’afa, diventa più debole e spossato e non a caso anche a tavola tendiamo a mangiare di meno o comunque consumiamo cibi poco elaborati e light, facili dunque da digerire. Il consumo di alcolici rallenta la digestione che già di per sé pericolante tra giugno e settembre.

5. Non disseta

Chi in estata disdegna una bella birra ghiacciata per levare la sete? E invece, secondo gli esperti, la birra, così come tutti gli alcolici amari, non disseta. O meglio, lì per lì l’amarognolo sembra in grado di restituirci sollievo ma di lì a poco, a causa dell’effetto disidratante dell’alcol, la sete tornerà più forte di prima.

Potrebbe interessarti anche:

FUTURI PAPÀ NON BEVETE! L’ALCOL DANNEGGIA IL FETO

I 3 DANNI PROVOCATI DALL’ALCOL NEI GIOVANI

Foto | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>