Disidratazione, 6 fatti e miti

di Valentina Cervelli Commenta

La disidratazione è uno dei disturbi che, specialmente d’estate, devono essere combattuti con tutti i mezzi possibili: vediamo insieme 6 fatti e miti su questo stato che spesso portano le persone a gestire in modo sbagliato la propria salute.

1. Siamo tutti sempre disidratati

Questa è un’affermazione che non corrisponde a realtà: se ci si alimenta bene, consumando le giuste dosi di frutta e verdura e integrando con le corrette quantità di acqua non si rimane disidratati. Si deve aver paura della disidratazione in caso si consumino solo alimenti secchi: la naturale quantità di acqua e succhi presenti nell’alimentazione media fornisce almeno il 20% della dose giornaliera necessaria.

2. E’ facile confondere fame con la sete

Il nostro corpo è perfettamente in grado di dividere le due sensazioni. E’ sbagliato quindi sostenere che ci si lascia andare al “binge eating” perché in realtà si aveva sete. Il nostro organismo, quando la stessa è troppa e la disidratazione si palesa, fa calare il desiderio di mangiare.

3. Bisogna bere circa 2 litri di acqua al giorno

E’ consigliato bene una buona quantità di acqua al giorno. I due litri però sono da considerare un numero “casuale”, non necessariamente obbligatorio. Ci sono persone il cui organismo per funzionare bene e rimanere idratato necessitano di quasi 3 litri. La gravidanza, l’attività da eseguire nel corso della giornata: sono queste e molte altre variabili a segnare il punto di quanto una persona necessiti di bere. Regolarsi con la propria sensazione di sete è solitamente la cosa migliore.

4. Hai sete? Sei già disidratato

E’ una mezza verità. Quando si inizia a sentire sete è il modo per il corpo di segnalare che ha bisogno di ingerire dei fluidi. Questo non significa necessariamente che debba avvenire nell’immediato, ma nemmeno che la sensazione debba ignorata fino a che non si manifestano mal di testa e sintomi di svenimento. La sensazione di sete aiuta a comprendere che si stanno perdendo liquidi e che vanno reintegrati.

5. Bisogna bere tanto quando si fa esercizio

Anche in caso di attività fisica, agonistica o meno, bisogna dare ascolto al proprio corpo. Di vero c’è che si perdono più liquidi e che di conseguenza bisogna reintegrarli.

6. Bere elimina l’appetito

Effettivamente consumare zuppe e minestre dà una maggiore sensazione di sazietà. Essa dura molto meno quando è semplice acqua a riempire lo stomaco.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>