Dolore alla pianta del piede, le cause e i consigli dell’Esperto del piede

di Gianni Puglisi 0

I piedi assolvono la funzione di sostegno e regolano l’equilibrio durante la deambulazione, consentendo il mantenimento della posizione eretta.

Un dolore alla pianta del piede, localizzato al metatarso, può essere il sintomo della patologia del piede: si tratta della metatarsalagia.

Il dolore alla pianta del piede può essere transitorio, ma anche persistente o frequente.

Scopriamo in questa guida che cos’è il dolore alla pianta del piede, le cause e i consigli dell’Esperto del piede.

Dolore alla pianta del piede: cos’è la metatarsalgia?

La metatarsalgia è un termine medico costituito da due parole “Metatarso” e “Algia” (area del dolore e dolore) e indica un dolore situato alla base dei metatarsi.

Con il termine metatarsalgia ci si riferisce alla zona anteriore del piede dove sono presenti le ossa metatarsali.

Questa patologia del piede comporta dolore nella regione anteriore del piede ed interessa soprattutto le donne, che indossano scarpe con tacco alto e punta stretta e hanno una maggiore predisposizione congenita.

Dolore alla pianta del piede: quali sono le cause ed i fattori di rischio?

Per comprendere le cause ed i fattori di rischio del dolore alla pianta del piede è necessario analizzare l’anatomia della pianta del piede.

Nel piede sono presenti circa 28 ossa, numerosi muscoli, articolazioni, nervi e vasi sanguigni. Per quanto concerne la struttura ossea del piede si possono distinguere:

  • Tarso, che comprende le ossa brevi della caviglia e del tallone;
  • Metatarso, la parte intermedia del piede, costituita da 5 ossa metatarsali;
  • Falangi delle dita.

Il dolore alla pianta del piede può essere cagionato da cause di origine muscolare e/o scheletrica, che si manifestano tipicamente con dolore in corrispondenza di particolari articolazioni o tendini.

Il dolore alla pianta del piede può essere causato da malallineamento della caviglia, artrite, difetti di appoggio, dito a martello ed alluce valgo (borsite).

Il dolore alla pianta del piede può essere cagionato anche da cause vascolari, tra cui: aterosclerosi, insufficienza arteriosa, malattia embolica e vasculite.

Tra le cause neurologiche si annoverano le neuropatie e la sindrome del tunnel tarsale. Anche i calli e un’infezione cutanea di natura batterica (cellulite) possono cagionare il dolore alla pianta del piede.

Dolore alla pianta del piede: quali sono i sintomi?

I sintomi associati al dolore alla pianta del piede sono:

  • sensazione di bruciore,
  • difficoltà nei movimenti o nella deambulazione,
  • intorpidimento,
  • debolezza muscolare;
  • pizzicore,
  • ridotta sensibilità cutanea;
  • gonfiore (edema)
  • prurito.

Dolore alla pianta del piede: trattamento e prevenzione

Il dolore alla pianta dei piedi può essere alleviato da farmaci topici (crema, lozione, unguento) o sistemici o dall’assunzione di FANS o di corticosteroidi, medicinali utili soprattutto nei casi in cui la patologia sia correlata a malattie che determinano gravi infiammazioni.

Il trattamento chirurgico va riservato ai casi dolorosi gravi che non hanno tratto alcun beneficio in seguito all’uso del plantare.

Per prevenire il dolore alla pianta dei piedi può essere d’aiuto la scelta di calzature comode e larghe alla base e andrebbero evitati i tacchi alti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>