Genetica, cellule staminali e andrologia: le parole più ricercate

di Tippi Commenta

Cellule staminali, genetica e andrologia sono le parole chiave più ricercate nel web, vale a dire quelle per cui c’è maggiore interesse da parte degli utenti/pazienti. A riferirlo è Stefano Davanzo, ideatore e amministratore di Web Medicine, il primo portale italiano di consulenze specialistiche online.

Non si tratta, chiaramente, di un caso. come sottolinea Davanzo:

Sono tematiche che evidenziano essenzialmente due fattori: da una parte c’è la necessità di comprendere meglio, capire e approfondire temi complessi che riguardano la genetica e l’utilizzo delle staminali. Del resto, l’evoluzione della scienza, i numerosi trial clinici in corso e le diverse pubblicazioni che vengono fatte a livello internazionale creano una continua diffusione di informazioni tra le quali spesso è difficile orientarsi. Ecco perché l’intervento di uno specialista in queste materie viene richiesto.

Al bisogno di comprensione si aggiunge il fattore privacy, soprattutto quando si parla di un tema delicato come l’andrologia. Spesso, infatti, c’è il timore di presentarsi nello studio di un andrologo non tanto per la paura in sé per sé, quanto per l’esigenza di una maggiore riservatezza. Non è casuale il fatto che gli uomini siano piuttosto ostili a sottoporsi a controlli periodici nonostante le varie campagne di sensibilizzazione che vengono promosse. Ma anche quando decide di sottoporsi ad una visita il sesso forte preferisce chiedere prima consulenza ad uno specialista. Il web in questo senso risponde al desiderio di anonimato, permettendo un confronto medico-paziente più aperto e diretto.

La salute, soprattutto negli ultimi anni, passa per il web e spessissimo prima di andare dal medico, si preferisce cercare informazioni in rete, ma anche pareri e opinioni. È chiaro che con questo non si vuole promuovere la medicina fai da te, perché nulla può sostituire il rapporto medico paziente “dal vivo”, ma avere a disposizione anche degli specialisti online è senza dubbio positivo. Per questa ragione Medicinalive si avvale del sostegno di medici e specialisti che potete contattare alla pagina Chiedi all’esperto, fermo restando che queste consulenze in nessun caso possono e vogliono sostituire una visita specialista diretta.

Photo Credit| Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>