Le rimuovono sei organi per liberarla da un tumore altrimenti inoperabile

di Salvina 2

Una donna di 63 anni affetta da un tumore giudicato inoperabile è stata sottoposta a un intervento chirurgico che ha dell’incredibile: per rimuovere la massa tumorale che si era formata attorno all’aorta le sono stati rimossi milza, pancreas, fegato, stomaco e due tratti di intestino. Gli organi, che nel frattempo erano stati congelati, le sono stati reimpiantati dopo l’asportazione del tumore. L’operazione, che si è svolta a Miami, è durata quindici ore.

[via]

Commenti (2)

  1. A causa delle numerose richieste di maggiore precisazione che ci sono pervenute riguardo questo complicatissimo intervento, riportiamo qualche informazione in più per maggiore completezza.

    Il 24 Marzo di quest’anno il Dr. Tomoaki Kato ha rimosso un grande tumore in una operazione senza precedenti ad una paziente, come detto, di 63 anni.

    Per raggiungere il tumore che probabilmente avrebbe ucciso in pochi mesi Brooke Zepp (questo il nome della donna) si è dovuto procedere alla rimozione di diversi organi: stomaco, pancreas, fegato, milza e intestini.

    Gli organi sono stati sottoposti a refrigerazione durante la durata dell’operazione – 15 ore in tutto – eseguita presso l’unoversità di Miami, al Jackson Memorial Medical Center.

    Gli organi sono stati rimpiantati nella sede naturale dopo l’intervento e dopo che il tumore di circa 5 cm di diametro è stato rimosso. Il tumore era situato molto in profondità ed avvolgeva l’aorta e la base di due arterie.

    Alla Zepp era stato diagnosticato un leiomyosarcoma, una rara forma di cancro. Tutto il mondo si augura che dopo questa operazione venga rivoluzionato il concetto di inoperabilità attribuita alla difficile collocazione dei tumori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>