Morti improvvise, il 3% sono causate dalla cocaina

di Marco Mancini 0

Capita spesso di vedere persone sane, spesso giovani, che senza una spiegazione immediata perdono la vita. Secondo uno studio iberico, pare che il 3% di queste morti sia causato dalla cocaina. La “polvere bianca”, che ormai milioni di persone assumono a scopo “ricreativo”, in realtà non è che una sorta di roulette russa ogni volta che la si assume.

A sostenerlo è l’Istituto di medicina legale di Siviglia, che ha condotto questa ricerca in Spagna per 3 anni, ma che, sostengono i ricercatori, ha dati molto simili a quelli del resto d’Europa, specialmente Gran Bretagna e Italia.

In queste morti improvvise rientravano persone molto giovani, tutte comprese tra i 21 e i 45 anni, i quali “acceleravano” l’effetto mortale della cocaina fumando (nell’81% dei casi) e bevendo alcool (76%). In particolare, dicono ancora gli scienziati, l’etanolo è in grado di rafforzare e velocizzare l’effetto della cocaina, portando così ad un maggior impatto sul corpo umano, che può portare al decesso.

[Fonte: Corriere della Sera]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>