Pierluigi Bersani colpito da emorragia cerebrale

di Valentina Cervelli Commenta

Pierluigi Bersani è stato colto da un’emorragia cerebrale nella mattinata di domenica. Operato nel corso della giornata è al momento ricoverato presso l’ospedale di Parma in rianimazione dopo l’intervento eseguito per rimuovere l’ematoma creatosi a causa della perdita di sangue.

Da ciò che emerge Pierluigi Bersani,che non ha mai perso conoscenza, ha potuto incontrare e parlare, seppur brevemente dopo l’operazione con le figlie e la moglie.  Il politico è stato colto da una emorragia cerebrale subaracnoidea, che è in pratica una forma di ictus. Di solito questa particolare emorragia cerebrale è causata da un aneurisma intracranico. Ovvero dalla dilatazione di un vaso sanguigno arterioso fino alla sua rottura. Quando questo accade il sangue che ne fuoriesce si raccoglie sul sul cervello negli spazi liberi tra l’aracnoide e l’encefalo. L’aracnoide, per chi non lo sapesse o non lo ricordasse è una delle membrane che avvolgono il nostro cervello insieme alla dura madre e la pia madre.

Al momento non è possibile ipotizzare cause certe dell’emorragia cerebrale che ha colpito Bersani, chiunque di noi può avere delle malformazioni di tipo congenito nelle arterie che portano sangue al cervello e non esserne cosciente. Il tipo di intervento necessario per rimuovere l’accumulo di sangue negli spazi subaracnoidei è considerato uno dei più delicati della neurochirurgia ed è ipotizzabile che nonostante la perdita ematica sia stata ritenuta lieve, sia per questo motivo che l’intervento al quale è stato sottoposto Pierluigi Bersani sia durato tre ore. L’emorraggia subaracnoidea, viene talvolta approcciata con una terapia endovascolare, che essendo una operazione extracranica risulta meno invasiva e correlata di meno complicanze di tipo post-operatorio.

Tornando al malore di Bersani, per avere un quadro più esaustivo delle sue condizioni e per un possibile scioglimento della prognosi sarà necessario aspettare che passino le canoniche 48-72 ore. Il fatto che sia rimasto sempre cosciente è un punto a favore di una sua ripresa più semplice e veloce.

Photo Credit | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>