Spina bifida: futuri papà, preparatevi come le mamme!

di Tiziana Veronico 1

E’ risaputo che per le donne che vogliono mettere al mondo dei figli o che sono già in attesa è importante assumere verdure a foglia, uova e legumi, cioè quelle sostanze che contengono acido folico. Questo acido protegge la futura creatura dalla possibilità di nascere con la spina bifida. La spina bifida è una delle maggiori cause d’invalidità nei bambini. Ne sono affetti circa 1 bambino su 1000 e si conoscono come “idrocefali”. In generali si può dire che i bambini affetti da spina bifida soffrono di malformazioni cerebrali e anomalie ossee che si localizzano nella colonna vertebrale.


Un gruppo di ricercatori dell’Università della California a Berkeley, coordinati da Brenda Eskenazi, ha studiato come ridurre sempre più la dannosa possibilità di aumentare i casi di spina bifida: anche i futuri papà devono assumere acido folico, in particolar modo nei 3 mesi prima del concepimento (i mesi dei “tentativi”). Ma è in generale che, se gli uomini contenessero un’alta percentuale di acido folico nel sangue sarebbe ridotto di moltissimo il tasso delle anomalie cromosomiche negli spermatozoi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>