Il diabete nei giovani e l’innovazione tecnologica

di Cinzia Iannaccio Commenta

Il diabete giovanile colpisce circa 20.000 piccoli pazienti nel nostro Paese., affermandosi come malattia metabolica più diffusa in questa fascia d’età. La ricerca IQVIA-Theras presentata in queste ore in un congresso, ha evidenziato come grazie all’innovazione tecnologica e ai dispositivi “indossabili” i giovani pazienti hanno una qualità migliore di vita, sia nell’infusione dell’insulina che nel controllo della glicemia. Ecco i dettagli.

“Ricerche, cure e tecnologie: quale futuro per I giovani con diabete di tipo 1” è il titolo del convegno che si sta svolgendo a Bari e che presenta le innovazioni tecnologiche della Theras Group nella gestione del diabete, nate per essere “indossate” e dunque senza fili e tubicini, per il rilascio di insulina e il monitoraggio continuo della glicemia.

Ha spiegato Isabella Cecchini, Head of Primary Market Research IQVIA che ha condotto la ricerca sui portatori di questi device per il diabete:

“Tra i giovani intervistati emergono tutti i vantaggi degli strumenti che favoriscono il sentirsi “normali” e tecnologici, aprono alla socializzazione, a condividere con gli altri la propria malattia. Si rafforza una soddisfazione che deriva dall’affidabilità delle misurazioni, che si traduce in un benessere fisico, superiore livello di autonomia e incremento di consapevolezza e stima”.

 

Ha aggiunto Isabella Alessandrini, Medical&Scientific Advisor Theras-Grou:

“Dopo quella dell’insulina, sono due le grandi rivoluzioni tecnologiche nel diabete. La prima è il dispositivo (POD) che si indossa per 72 ore senza doverlo cambiare, senza tubi e cateteri. La più recente, invece, permette un monitoraggio “in real time” della glicemia in modo più semplice, accurato, sicuro e con un elevato livello di predittività. Siamo molto attenti alle esigenze dei nostri pazienti, soprattutto quelli nella fascia più giovane che si ritrova a gestire il diabete, specie nella fase adolescenziale già ricca di cambiamenti fisici e psicologici. L’innovazione tecnologica sviluppata da Theras Group è in grado di offrire soluzioni innovative scientificamente e tecnologicamente evolute e in linea anche ai bisogni dei più giovani alla ricerca di una maggiore autonomia e attenzione anche nell’estetica e vestibilità dello strumento”.

Stiamo parlando del sistema Omnipod, un microinfusore che rilascia insulina e che si indossa comodamente, senza fili, molto piccolo e impermeabile e del sistema di monitoraggio glicemico in continuo ad altissima precisione, una sorta di “GPS della glicemia” (Dexcom G6, ora disponibile anche in Italia).

Per quanti devono gestir quotidianamente il diabete, “Indossare” la tecnologia si sta rivelando una scelta vincente in tema di sicurezza, autonomia,  consapevolezza e conseguente qualità della vita. Specie per gli under 16.

 

 

Leggi anche:

Diabete giovanile: allo studio insulina spray

Cos’è il diabete di tipo 1 (o giovanile)?

 

Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>