Diabete, Vipidia disponibile in Italia

di Valentina Cervelli 0

E’ disponibile ora in Italia il Vipidia (Alogliptin), farmaco per il trattamento del diabete di tipo 2 nei pazienti affetti da sindrome coronarica acuta. Questo medicinale consente, secondo gli studi eseguti, di tenere costantemente sotto controllo i livelli della glicemia nel sangue in modo efficace ed in tutta sicurezza.

Questo farmaco, ha mostrato di essere l’unico della sua fascia (quella dei DPP-4 inibitori, N.d.R.) ad essere pienamente valido nei malati di diabete affetti da malattie cardiache senza che quest’ultime subiscano un aggravamento. La sicurezza cardiovascolare dei farmaci antidiabetici mai come di questi tempi si trova al centro del dibattito scientifico, essendoci la necessità di preservare il paziente da conseguenze spiacevoli per entrambe le tipologie di patologia.

Sono tre le formulazioni di Aloglitpin reperibli ora in Italia: Vipidia, Vipdomet (alogliptin e metformina HCI) e Incresync (alogliptin e pioglitazone). Esse potranno essere prescritte in base alle condizioni cardiovascolari e diabetiche del paziente. Come spiega il Prof. Stefano Genovese dell’IRCCS Multimedica di Sesto San Giovanni:

Alogliptin è il primo e unico farmaco della classe dei DPP-4 inibitori ad aver dimostrato evidenze di sicurezza cardiovascolare in pazienti con diabete di tipo 2 con recente sindrome coronarica acuta.

Tali proprietà sono state comprovate da uno studio condotto su un campione di 5.380 pazienti, caratterizzati da un alto rischio di rimanere vittima di infarti ed altre malattie correlate. Il farmaco può essere somministrato negli adulti con età pari o maggiore di 18 anni. Esso rallenta l’inattivazione degli ormoni incretinici dando modo al pancreas di secernere insulina in modo corretto per controllare il livello di glucosio nel sangue. Secondo gli esperti l’Alogliptin, utilizzato con successo per anni in Giappone, rappresenta uno dei trattamenti terapeutici più adatti a gestire efficacemente il diabete senza provocare un senso di frustrazione al paziente e contemporaneamente uno dei pochi farmaci di questa categoria ad essere totalmente sicuro per la salute del cuore.

Photo Credits | Andrey_Popov / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>