Adenocarcinoma utero e valori CEA, recidiva?

di Cinzia Iannaccio Commenta

Richiesta di Consulto Medico
Salve, mia madre è stata operata di Adenocarcinoma uterino 2° stadio B il 9 giugno. A seguito ha effettuato 4 cicli di chemioterapia (taxolo+carboplatino), 28 cicli di radioterapia e 2 di brachiterapia. A distanza di 50 giorni dalla conclusione del trattamento ha rifatto tutte le analisi necessarie: RX torace, Tac con mezzo di contrasto e marcatori tumorali con seguente esito: CEA a 9.2 (prima dell’intervento 10,5) Ca 125 a 10,0 (prima dell’intervento 63,70) Ca 19-9 a 19,1 (prima dell’intervento 74,20) Ca 15-3 a 13,9 (prima dell’intervento a 27,60) Inoltre dalla Tac è emerso un modico ispessimento parietale concentrico del tratto del sigma prossimale con fine disomogeneità dell’adipe periviscerale……..

……Secondo il medico di famiglia il motivo dell’alterazione del Cea è da ricondurre al tabagismo, mia madre infatti è una fumatrice incallita. Per quanto riguarda l’ispessimento della parete intestinale, sempre il medico di famiglia, ci ha rassicurati dicendo che al 99% era dovuto alla radioterapia. Tuttavia l’oncologo ci ha consigliato di ripetere il CEA a fine mese. Personalmente non mi sento tranquilla, ho letto diversi articoli sia a proposito del Cea che dell’ispessimento intestinale e non vorrei che la causa fosse una neoplasia. Chiedo gentilmente il suo parere. Sentiti ringraziamenti Cordialmente.

 

 

Specializzazione Oncologia
Tipo di Problema Adenocarcinoma utero e valori cea
Risponde il dott. Carlo Pastore oncologo e chemioterapista, consulente per l’area oncologica e per l‘ipertermia capacitiva per l’Hilu Medical Center (Marbella, Spagna) e presso il Centro di Medicina Integrativa in Malaga (Spagna), nonché responsabile della divisione di oncologia medica ed ipertermia oncologica della Casa di Cura Villa Salaria in Roma, membro dell’ESHO (European Society for Hyperthermic Oncology). Per contatti diretti www.ipertermiaitalia.it

 

Gentile Sig.ra, anche a mio avviso è utile verificare nuovamente il valore del CEA ad un mese di distanza ma anche eseguire una endoscopia per verificare se qualcosa è visibile all’interno del sigma. Cari saluti Dott. Carlo Pastore, oncologo – www.ipertermiaitalia.it

 

 

 

 

Se avete altre domande da porre ai nostri specialisti visitate la pagina specifica “Chiedi all’esperto, consulti online su Medicinalive”.

Vi ricordiamo che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>