Astrocitoma infiltrante 2° grado e rischio recidiva

di Cinzia Iannaccio 0

Richiesta di Consulto Medico su astrocitoma infiltrante di 2° grado e rischio recidiva
Mio padre e stato operato a maggio per un astrocitoma di 2° grado maligno. Non hanno potuto asportare tutto in quanto già infiltrato in parte. Ad oggi non ha ancora iniziato una terapia di radio o chemio ..a ottobre avremo la visita per controllare se la massa lasciata è cresciuta …la mia domanda è: ….è possibile dopo 6mesi dall’intervento che ci sia già una recidiva? Qualora ci fosse cosa rischia? Vi ringrazio!

 

Specializzazione Oncologia
Tipo di Problema tumore cerebrale astrocitoma infiltrante 2° grado e rischio recidiva

 

Risponde il Prof. Carlo Pastore oncologo e chemioterapista, consulente per l’area oncologica e per l‘ipertermia capacitiva per l’Hilu Medical Center (Marbella, Spagna) e presso il Centro di Medicina Integrativa in Malaga (Spagna), nonché responsabile della divisione di oncologia medica ed ipertermia oncologica della Casa di Cura Villa Salaria in Roma, membro dell’ESHO (European Society for Hyperthermic Oncology). Per contatti www.ipertermiaitalia.it

 

Gentile signore, purtroppo sei mesi sono un tempo non breve e quindi una progressione di malattia è teoricamente possibile. Ritengo si debba controllare con una RMN dell’encefalo con mezzo di contrasto. In base a quanto si evidenzierà si potrà decidere la terapia più opportuna e comprendere quali saranno le possibili problematiche nell’immediato futuro. Cari saluti. Prof. Carlo Pastore, oncologo.

 

 

Leggi anche:

 

 

 

Per porre altri quesiti ai nostri specialisti potete visitare la pagina “Chiedi all’esperto, Consulti online su Medicinalive” ed inviare la domanda attraverso il form specifico.

E’ doveroso da parte nostra ricordare e sottolineare che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

 

 

Photo Credits | Sohel Parvez Haque / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>