Chemioterapia, si può fare in caso di malattia cardiovascolare?

di Cinzia Iannaccio Commenta

Richiesta di Consulto Medico su chemioterapia.

“Salve, vi scrivo per la situazione di mio padre. Ha 59 anni e dopo una batoscopia ha scoperto di avere un carcinoma polmonare squamoso cheratinizzante. Dovrebbe procedere con la chemioterapia ma purtroppo ha una situazione cardiovascolare complessa. Nel 2009 ha subito un intervento con sostituzione valvolare aortica, dell aorta ascendente e della concavità dell arco aortico con reimpianto degli osti coronarici per dissecazione aortica di tipo A. Ad oggi la dissecazione è sotto controllo e risulta stabile ma ci sono le perplessità dell’oncologa per cominciare la terapia che ha effetti collaterali pesanti e che possono far si che rompa l aorta. Mi domando se ci sono alternative di cura e se i rischi iniziando una chemio son davvero drastici, graxie”.

 

Specializzazione Oncologia
Tipo di Problema Carcinoma polmonare e dissezione dell aorta

Risponde il dott. Carlo Pastore oncologo e chemioterapista, consulente per l’area oncologica e per l‘ipertermia capacitiva per l’Hilu Medical Center (Marbella, Spagna) e presso il Centro di Medicina Integrativa in Malaga (Spagna), nonché responsabile della divisione di oncologia medica ed ipertermia oncologica della Casa di Cura Villa Salaria in Roma, membro dell’ESHO (European Society for Hyperthermic Oncology). Per contatti www.ipertermiaitalia.it

“Gentile Signora, quanto descritto non è sufficiente per dirimere il dubbio. Occorrerebbe in primis eseguire una accurata perizia cardiologica ed angiologica e leggerne gli esiti oltre conoscere lo schema di chemioterapia che si intende eseguire e la diffusione macroscopica della neoplasia nell’organismo. Vi sono schemi di chemioterapia potenzialmente meglio tollerati e tollerabili (con minore presunto impatto sul sistema cardiovascolare) nonchè la possibilità di proporre eventuale terapia radiante. Cari saluti.”

Se avete altri dubbi o domande da porre ai nostri esperti visitate la pagina dedicata all’invio dei quesiti Chiedi all’esperto, consulti online su Medicinalive, ricordando quanto segue:
non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie. Medicinalive ed i medici coinvolti in questa rubrica propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.
Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>