Danni causati dai tacchi alti

di Valentina Cervelli Commenta

Quali danni sono in grado di causare i tacchi alti ad una donna? Come sempre in tutto ci vuole misura: le calzature devono essere comode e caratterizzate dalla giusta altezza. Cerchiamo di comprendere quali problematiche comportano l’uso continuo dei tacchi a spillo.

 

1. Maggiore possibilità di incidenti

In questo caso non parliamo di un vero e proprio danno quanto un fattore di rischio potenziale, soprattutto se non si è abituati ad indossare questa tipologia di scarpe. Quando si portano dei tacchi alti aumenta la possibilità di cadute e quindi di traumi ortopedici ed ai tendini.

2. Problemi di postura

La difficoltà di bilanciarsi adeguatamente sui tacchi può portare le donne, specialmente se la scarpa possiede un tacco alto ed è sprovvista di plateau, a non tenere erette la colonna vertebrale come necessario, causando dolori muscolari ed articolazioni a causa di una sbagliata distribuzione del peso corporeo e della posizione assunta.

3. Lesioni alla caviglia, ginocchia e borsiti

Sempre per una sbagliata distribuzione causata dai tacchi, il peso della persona va a “cadere” in pratica tutto sulla punta del piede.Questo causa non solo dolore alla parte terminale dello stesso e quindi metatarsalgia, ma può condurre a borsiti ed all’infiammazione delle articolazioni del ginocchio.  Anche la resistenza dei tendini viene messa a dura prova, portando alla creazione di uno stato un malessere generale che obbliga ancor di più la persona a camminare male con questa tipologia di calzatura. Aprendo la strada ad ulteriori potenziali lesioni.

4. Alluce valgo

L’alluce valgo, ovvero la deviazione verso l’esterno dell’alluce rispetto alle altre dita, è una delle conseguenze più diffuse dell’uso continuo di tacchi.

5. Neuroma di Morton

In questo caso è la troppa pressione esercitata sui i nervi plantari a provocare infiammazioni al piede, riducendo tra l’altro il flusso sanguigno allo stesso. Questo disturbo si manifesta quando le scarpe sono troppo alte o strette.

Photo Credit | Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>