Ginocchio instabile, cosa fare?

di Cinzia Iannaccio Commenta

Richiesta di Consulto Medico
Età 33 anni Altezza 180 cm Peso 80kg Premessa: ho avuto ricostruzione lca ad entrambi le ginocchia tramite tendine rotuleo ( 2005 sn 2009 dx)..sono un atleta praticante arti marziali. ..da un anno avverto instabilità principalmente al ginocchio sn, da rmn non risultano lesioni ma una lieve disomogeneità di lca ginocchio sn e lieve condropatia rotulea…a dx in regola tutto… Ho fatto diverse visite inizialmente mi e’ stato prescritto di rinforzare il quadrilocale (e così ho fatto)..poi mi e’ stato prescritto infiltrazione hymovies (fatto)..risultati nulli l’instabilità persiste.. Lei cosa pensa..cosa devo fare per risolvere questo problema di instabilità? Grazie

Specializzazione Ortopedia e Medicina dello Sport
Tipo di Problema ginocchio instabile

 

Risponde il  professor Francesco Bizzarri specialista in ortopedia e traumatologia, medico dello sport, dipendente dell’Università di L’Aquila e presidente nazionale della Società Italiana di Ginnastica Medica:

 Per contatti diretti: [email protected] o al cellulare 338/5665050


Egr.Sig.,la sua instabilità al ginocchio sx è data molto probabilmente da una nuova rottura/lesione del LCA.Ci sono due elementi che la fanno sospettare dalla RMN che Lei ha eseguito:la disomogeneità del LCA e la condropatia + sotto l’aspetto clinico la instabilità.Lasci perdere le infiltrazioni…non risolve il problema della instabilità  con quelle,anche perchè oggi per la condropatia si usano infiltrazioni di gel piastrinico.Senta un collega in loco.Saluti F.bizzarri

Se avete altre domande da porre ai nostri specialisti visitate la pagina specifica “Chiedi all’esperto, consulti online su Medicinalive”.

Vi ricordiamo che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

 

Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>