Strappo muscolare gemello mediale e dolore che non passa

di Cinzia Iannaccio 0

Richiesta di Consulto Medico su strappo muscolare
Buongiorno. In data 27/12 mentre giocavo a tennis ho sentito un dolore lancinante al polpaccio sx. Due giorni dopo mi sono recata da un ortopedico il quale ha diagnosticato, previa palpazione della gamba, un rottura di III° del gemello mediale senza interessamento del tendine. L’ortopedico mi prescrisse utilizzo di polpaccera in neoprene e mi disse di contattarlo in caso di ematoma per eventuale cura preventiva con eparina. Tre giorni dopo la visita il piede si è notevolmente gonfiato e diventato verde, contatto l’ortopedico ma mi liquida velocemente dicendo che si tratta della normalità e non prescrive eparina.

 

Di mia iniziativa utilizzo comunque una pomata a base di eparina. Dopo venti giorni, contatto il medico per visita di controllo, ma è irreperibile. Al momento la situazione che più mi preoccupa, sebbene l’edema al piede persista ma sia di minore entitità, è il fatto che continuo a sentire un fortissimo dolore al polpaccio, che mi costringe ad assumere antidolorifici (sempre di mia iniziativa brefen+muscoril). Ieri presa di disperazione ho prenotato ecografia a pagamento, la farò martedì, e subito dopo contatterò un altro ortopedico. Per scongiurare il pericolo di stasi sto tentando di muovere la gamba con molta cautela, non riesco a tenderla assolutamente. Le domande sono le seguenti: 1)è normale che il dolore non accenni a diminuire e che anzi a distanza di 20 giorni sia peggiorato? 2)è possibile il rischio di trombosi? (il piede è costantemente ghiacciato…) Sono disperata e vivendo sola mi sento veramente abbandonata a me stessa e non so cosa fare…Grazie

 

 

Specializzazione Ortopedia e Medicina dello Sport
Tipo di Problema STRAPPO MUSCOLARE III° GEMELLO MEDIALE
Risponde il professor Francesco Bizzarri specialista in ortopedia e traumatologia, medico dello sport, dipendente dell’Università di L’Aquila e presidente nazionale della Società Italiana di Ginnastica Medica. Per contatti diretti: [email protected] o al cellulare 338/5665050

 

 

Egr. Sig.ra,faccia immediatamente un esame Ecografico per valutare l’entità della lesione…..avrebbe dovuto farla subito. Dopo consulti un altro ortopedico che visitandola e controllando l’esame diagnostico possa seguirla meglio.Comunque,anche per tranquillizzarla, quello che ha fatto non è stato sbagliato, ma è stato un po’ minimale.Saluti F.Bizzarri

 

 

 

Leggi anche:

Tendinite al gemello, sintomi e cure

 

 

 

Se avete altre domande da porre ai nostri specialisti visitate la pagina specifica “Chiedi all’esperto, consulti online su Medicinalive”.

Vi ricordiamo che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie: Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

 

Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>