Alcol? Anche un bicchiere fa male

di Valentina Cervelli Commenta

 Alcol? Anche un bicchiere fa male. Sfatiamo il mito che a tavola anche un bicchiere “fa sangue” e che se si bene moderatamente la salute cardiovascolare ne beneficia. Secondo uno studio condotto dall’Università della Pennsylvania non è assolutamente così.

 

Sono state diverse le ricerche che ultimamente hanno puntato il dito contro il bicchiere di vino durante i pasti, figurarsi su un generale consumo moderato di alcolici generici. Qualsiasi sia la sua forma, secondo i ricercatori americani, l’alcol rimane sempre tale e quindi non deve essere considerata una specie di medicina ed essere usata come tale. Soprattutto nei confronti del cuore che per preservarsi dall’infarto ha bisogno di tutt’altro. La ricerca, pubblicata sulla rivista di settore British Medical Journal,  ha sottolineato come sia auspicabile astenersi dal bere o ridurre al minimo l’assunzione di alcolici anche se si è dei bevitori leggeri.

Gli scienziati hanno analizzato i campioni ed i risultati di oltre 50 studi sul rapporto tra consumo di bevande alcoliche e la salute cardiovascolare per un totale di circa 260mila volontari. E’ emerso nettamente che coloro che consumano il 17% in meno di alcol a settimana hanno in media un 10% di riduzione del rischio di infarto, meno ipertensione e un basso indice di massa corporea . Commentano i ricercatori:

Questi nuovi risultati sono di fondamentale importanza per la nostra comprensione di come l’alcol ha un impatto sulle malattie cardiache. Contrariamente a quanto rapporti precedenti hanno dimostrato, ora sembra che qualsiasi esposizione all’alcol ha un impatto negativo sulla salute del cuore. Da qualche tempo gli studi osservazionali hanno suggerito che soltanto il bere pesante è dannoso per la salute cardiovascolare, e che il consumo leggero può effettivamente essere utile. Tuttavia, ciò che abbiamo visto con questo nuovo studio (che utilizza un approccio investigativo simile a un trial clinico randomizzato) è che una riduzione del consumo di alcol, anche per i bevitori leggeri o moderati, può portare a un miglioramento della salute cardiovascolare.

Non è meglio quindi farci attenzione?

Fonte | BMJ

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>