Allergie e tumori, correlazione tramite l’istamina?

di Valentina Cervelli 3

Sembra esservi una correlazione tra le allergie e lo sviluppo dei tumori a causa del collegamento tra l’istamina e la risposta infiammatoria del nostro organismo, notoriamente collegata al rischio di patologie cancerose. Niente panico però, siamo lontani dal collegamento causa-effetto.

La scoperta è dovuta ai ricercatori del Virginia Commonwealth University Massey Cancer Center che hanno valutato l’effetto dell’istamina sullo sviluppo e la crescita tumorale. Il dott. Daniel H. Conrad, in collaborazione con i colleghi Rebecca K. Martin e Sheinei J. Saleem, hanno studiato su modello animale il comportamento dell’istamina in presenza di allergeni ed è stato verificato che se si interrompe la produzione di istamina, si blocca anche il processo infiammatorio che dà spinta allo sviluppo del cancro, in questo caso specifico il melanoma, un tumore della pelle.

Ricordiamo: l’istamina è uno dei componenti del nostro sistema immunitario che si attiva con gli allergeni e con agenti patogeni esterni di diversa tipologia. Esso può dare vita all’infiammazione che a sua volta può causare il cancro. Quello che vogliono scoprire i ricercatori è se agendo su questo elemento si possa non solo ridurre il rischio di cancro ma anche interromperne la crescita nel caso questo fosse già presente: capire se è possibile, partendo da questa scoperta, mettere a punto una terapia farmacologica specifica. Partendo magari dagli antistaminici utilizzati naturalmente in caso di allergia. Sottolinea il dott. Conrad:

Questa ricerca è molto interessante in quanto opera una connessione tra due malattie che non sono comunemente collegate: allergie e cancro. Tuttavia, è importante rendersi conto che questa connessione è molto recente e sono necessarie ulteriori ricerche prima di sapere se gli antistaminici possono essere utilizzati efficacemente nelle terapie contro il cancro.

Quel che è certo è che il sistema immunitario sembra reagire più che positivamente alla somministrazione di due antistaminici molto diffusi la cimetidina e la cetirizina:un fattore questo che porta i ricercatori sperare di poter attivare una risposta immunitaria forte in grado di combattere il cancro alla radice, ancor prima del suo sviluppo.

Photo Credit | Thinkstock

Commenti (3)

  1. SALVE MI CHIAMO PIETRO E FACCIO IL PESCATORE, DALLA NASCITA, MI E MORTA MIA MOGLIE, DI CANCRO ALLE MAMMELLE; IO MI SONO VISITATO VARIE VOLTE E MI ANNO ASSICURATO CHE NON CI SONO PROBLEMI DI CONTAGIO DEL SISTEMA, O RISCHIO DI ESSERE AFFETTO, ANCHE SE IO NON CI CREDO; PERO SONO STATO OPERATO, IN OSPEDALE A ISMIRRIOISI A CAGLIARI, E IO HO CHIESTO DI ESSERE CONTROLLATO PRIMA DELL’INTERVENTO; E MI ANNO DETTO CHE CHI VENIVA OPERATO DI URCIOLA EPIGASTRICA CONGENITA DIFFICILMENTE E SOGGETTO AL CANCRO; COMUNQUE MI ANNO VISITATO, E MI ANNO CONFERMATO; VISTO PIETRO CHE AVEVAMO RAGIONE, GLI ANALISI ANNO CONFERMATO CIO CHE LI AVEVAMO DETTO. SARA VERO ?.. — COMUNQUE HO UN PROBLEMA CHE MI ASSIDUA DA, CIRCA TRENTANNI; OGNI PICCOLO RAFFREDDORE, O INFLUENZA, MI PRENDE ALLA GOLA; FATO LA VISITA DA UN SPECIALISTA; MI A DETTO CHE O UNA PLACA CHE SI E FORMATA CON DEGLI ANNI, PER L ‘UTILIZZO DELLE BOMBOLE SUBACQUEO; PER COME RESPIRO L’AREA OSSIGENATA DA L ‘OSSIDO DI CAR

  2. SALVE MI CHIAMO PIETRO E FACCIO IL PESCATORE, DALLA NASCITA, MI E MORTA MIA MOGLIE, DI CANCRO ALLE MAMMELLE; IO MI SONO VISITATO VARIE VOLTE E MI ANNO ASSICURATO CHE NON CI SONO PROBLEMI DI CONTAGIO DEL SISTEMA, O RISCHIO DI ESSERE AFFETTO, ANCHE SE IO NON CI CREDO; PERO SONO STATO OPERATO, IN OSPEDALE A ISMIRRIOISI A CAGLIARI, E IO HO CHIESTO DI ESSERE CONTROLLATO PRIMA DELL’INTERVENTO; E MI ANNO DETTO CHE CHI VENIVA OPERATO DI URCIOLA EPIGASTRICA CONGENITA DIFFICILMENTE E SOGGETTO AL CANCRO; COMUNQUE MI ANNO VISITATO, E MI ANNO CONFERMATO; VISTO PIETRO CHE AVEVAMO RAGIONE, GLI ANALISI ANNO CONFERMATO CIO CHE LI AVEVAMO DETTO. SARA VERO ?.. — COMUNQUE HO UN PROBLEMA CHE MI ASSIDUA DA, CIRCA TRENTANNI; OGNI PICCOLO RAFFREDDORE, O INFLUENZA, MI PRENDE ALLA GOLA; FATO LA VISITA DA UN SPECIALISTA; MI A DETTO CHE O UNA PLACA CHE SI E FORMATA CON DEGLI ANNI, PER L ‘UTILIZZO DELLE BOMBOLE SUBACQUEO; PER COME RESPIRO L’AREA OSSIGENATA DA L ‘OSSIDO DI CARBONE CHE SI METE NEI COMPRESSORI PER LA RICARICA DELLE BOMBOLE; E COSI DEVO ESSERE OPERATO; SENNO DORA IN AVANTI I MICROBI SI ATTACCANO PER PRIMO ALLA PLACA. E POSSIBILE CHE SIA COSI?.. GRAZIE E SPERO IN UNA VOSTRA RISPOSTA, TANTE BELLE COSE. P.SIMBULA

    1. @PIETRO IGNAZIO:
      Perdoni, ma non ho capito quale sia il problema che la riguarda, ne ha enunciati diversi. Di sicuro il tumore non è contagioso. Per il suo ultimo punto, quello della placca…Deve rivolgersi credo ad uno specialista delle vie respiratorie. Noi non siamo medici e tra i nostri consulenti per i consulti online non c’è lo specialista di riferimento che fa per lei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>