Cancro colon-retto, uso Tgmo per ottenere terapia efficace

di Valentina Cervelli 0

Trovare la giusta terapia per combattere il cancro è basilare al fine di ottenere una risposta immunitaria corretta dall’organismo: per ciò che concerne il tumore del colon-retto si è provato ad utilizzare la Tgmo, una nuova tecnologia, per ottenere una cura efficace.

Terapia efficace senza effetti collaterali

E la sperimentazione si è rivelata vincente: è stata infatti selezionata una combinazione di farmaci in grado di allungare l’aspettativa di vita di coloro che soffrono di questa patologia e capace di ridurre la crescita della neoplasia dell’80% in due settimane. Come anticipato è stata utilizzata la Tgmo, una tecnologia di recente ideazione che permette di selezionare la terapia più efficace, raggiungendo risultati importanti che sembrano superare anche quelli della classica chemoterapia in “modo significativo e costante“.

Sono stati gli scienziati dell’Università di Ginevra, in collaborazione con i medici degli Ospedali Universitari della città e quelli del Centro medico dell’Università di Amsterdam a raggiungere questo risultato. La loro ricerca, pubblicata sulla rivista scientifica Molecular Oncology, ha dimostrato che utilizzando questo nuovo sistema si è giunti alla elezione di un terapia presentante una totale assenza di tossicità sulle cellule sane, a differenza di ciò che di solito accade con la chemioterapia applicata al cancro del colon-retto.

Sperimentazione combinazione farmaci su modello animale

La sperimentazione ancora non è passata al modello umano, ma le combinazioni di farmaci individuate attraverso Tgmo sono state valutate prima in vitro e poi su modello animale, riportando in entrambi i casi un successo importante. Secondo gli scienziati rappresentano un primo importante passo verso una medicina oncologica innovativa capace di offrire al malato un percorso efficace e sicuro, ma soprattutto personalizzato. Come spiega uno degli autori della ricerca:

Questo approccio rappresenta chiaramente il futuro per i pazienti oncologici.  Poter testare diversi farmaci “ex vivo” e selezionare per ogni paziente la combinazione a cui il cancro sarà più sensibile, dovrebbe consentire di aumentare l’efficacia dei trattamenti riducendo la loro tossicità, due degli aspetti più problematici delle attuali terapie.

La Tgmo è una tecnologia che combina nello stesso approccio la statistica e l’analisi avanzata e la sperimentazione, con l’obiettivo di poter trovare delle terapie funzionanti e funzionali contro il cancro al colon-retto. Essa consente di eseguire, concludono gli scienziati di Ginevra, “rapidamente, ovvero in pochi passaggi, test simultanei su cellule cancerose e sane dello stesso paziente e di valutare tutte le possibili combinazioni di farmaci che abbiamo selezionato per questo scopo“.  Aprendo in questo modo ad una terapia mirata contro i tumori, riducendo al massimo le conseguenze sull’organismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>